Winter Challenge, prima tappa Detta legge il gruppo College

Torna puntuale il circuito di cross Winter Challenge con la prima prova a Castiglione Olona, nella quinta edizione dell’Athlon Run. Circa duecento i partecipanti su percorso di buon valore tecnico. A vincere è Maurizio Tavella, piemontese, che tutti conoscono da queste parti perché ha fatto parte del college del mezzofondo dell’università dell’Insubria. L’atleta dell’Avis Bra ritrova a Castiglione il compagno di tanti allenamenti Matteo Borgnolo. Fanno corsa a due e arrivano separati di circa cinque secondi. Sul terzo gradino del podio Ernst Nti Jonhson, pure lui gravita attorno al gruppo del college ed è sempre presente alle gare della domenica. In campo femminile vittoria della bellunese Ilaria Del Magro che ormai vive a Varese dopo essersi laureata in Fisioterapia all’Insubria. Segue gli atleti del college e, in quest’occasione, si lascia alle spalle Gaia Pigolotti.

Ora è tutto pronto per la seconda tappa del Winter Challenge che si disputa domenica a Cardana di Besozzo per l’ormai tradizionale appuntamento con il Cross dei Due Pini, giunto alla sedicesima edizione con il classico percorso all’inglese e un panorama mozzafiato. Terza tappa è a Brebbia con il Whirpool Cross Country. Tutte le prove del circuito hanno lunghezza di circa 5 km, partenza alle ore 15 e sono precedute (circa 15 minuti prima) da un mini-cross di 600-800 metri, riservato agli atleti nati dal 2004 in poi. Intanto si è svolta anche la tradizionale gara sulla distanza di 14,5 km Pella-Orta, rinviata domenica scorsa per maltempo. Prova di grande autorevolezza della biellese Elena Romagnolo che vince in 52.12 e si classifica ventesima nella graduatoria generale (che comprende anche gli uomini), mentre tra le donne batte Chiara Schiavon (57.26) e Lorenza Di Gregorio (57.46). Successo assoluto di Alessandro Turroni in 45.46 su Vasyl Matviychuk che corre in 46.12 e Marco Gattoni in 47.39.

Per restare, invece, ai risultati in ambito varesino c’è da segnalare il terzo posto di un atleta keniano che corre per il team austriaco Run2gheter alla mezza maratona di Verona. Il ragazzo è in allenamento a Varese, perché soggiorna ad Azzate grazie all’associazione Africa & Sport. A Verona ha fatto segnare il tempo di 1h02’40”. Niente male.