Villa Panza – La collezione riallestita sotto la guida del conte

La Prealpina - 20/02/2020

Un grande omaggio sarà attribuito, a partire da oggi (ore 18) al grande collezionista Giuseppe Panza di Biumo. A Villa Panza, la prestigiosa dimora che il Conte donò al Fai – Fondo Ambiente Italiano – nel 1996, la Collezione d’Arte contemporanea permanente è stata riallestita, in forma integrale, negli spazi dell’e d i f icio. Titolo dell’iniziativa “Villa Panza, un’idea assoluta. Giuseppe Panza di Biumo. La ricerca, la collezione”. Un evento, ma soprattutto una sfida, che il direttore della Villa, Anna Bernardini, e il Fai, raccolgono in occasione di un doppio appuntamento: il decennale della scomparsa del Conte e i 20 anni dall’apertura della Villa e della Collazione al pubblico. Una sfida affascinante, dato che il nuovo allestimento, a più di 20 anni dalla donazione, è stato realizzato – si potrebbe dire – sotto la guida dello stesso Conte Panza. Infatti, al momento della donazione, Panza affidò al Fai una serie di fogli su cui erano tracciati disegni, appunti, note, una sorta di “mappa” con le opere, la loro collocazione nei vari spazi della Villa, gli accostamenti, l’illuminazione. Un vero e proprio percorso tra artisti e opere della Collezione Panza tracciato dallo stesso collezionista. Da allora, tanto è cambiato, nel modo e nel mondo dell’arte. In questi anni presso la dimora del Fai sono state allestite mostre, proposti eventi culturali, ospitati festival e rassegne. Ma soprattutto la Collezione si è arricchita di opere che gli stessi artisti hanno voluto affidare a questa grande Casa Museo che sorge sul colle varesino, meta ininterrotta di turisti e amanti dell’arte, dal Cono d’acqua di Meg Webster alla “House for Giuseppe Panza” di Bob Wilson. Un nucleo di opere che si è andato ad integrare con le opere della donazione, concretizzando quella “p a s s i one assoluta” per l’arte che guidava Giuseppe Panza. Come un organismo vitale, anche la Collezione è mutata nel tempo: opere hanno viaggiato all’estero, tra grandi mostre internazionali; altre opere sono state esibite per un certo periodo, altre ancora vengono esibite per la prima volta. Un’occasione unica per avvicinarsi a Giuseppe Panza e alla sua idea di arte, alla sua collezione integrale, al dialogo tra la classicità della dimora e la contemporaneità delle opere esposte. Un riallestimento che apre un calendario di colloqui con artisti, critici, giornalisti che si terranno a Villa Panza nel tentativo di approfondire una figura che, come i grandi innovatori, alla fine ci apparir