Viaggiare in Lombardia style TURISMO Il marchio rilancia la regione come meta unica per attrarre visitatori

«Guardare il turismo come politica economica che parte dalla ricchezza del territorio e che va ad intercettare i flussi a cui può interessare». Da questa premessa, supportata da una seria analisi dei dati, nasce l’idea del marchio Lombardia Style, presentato ieri, nella sede della Camera di Commercio di Varese, agli operatori del settore, imprese, amministratori e sindaci del territorio, dall’assessore regionale al Turismo, Marketing Territoriale e Moda, Barbara Mazzali. Un settore ricco «Il turismo rappresenta il 13% del Pil e in quest’ottica, da un anno e mezzo, abbiamo guardato la Lombardia non per come viene percepita all’esterno, ma per quello che è: una regione dai tantissimi turismi. Abbiamo deciso di non ragionare più per province, ma come un territorio unico che offre tutta una serie di attrattività, servizi ed esperienze che si declinano nelle specializzazioni di ogni singola provincia». L’analisi eseguita da Regione Lombardia parte dai dati relativi al 2019, l’anno d’oro del turismo lombardo, e per quanto riguarda la provincia di Varese «ci siamo sorpresi nello scoprire che il 2023 è andato anche meglio: con due milioni e mezzo di pernottamenti, la crescita è del 6,48%. Non ci siamo limitati a questo. Abbiamo analizzato 362mila tracce digitali che hanno evidenziato un sentiment molto alto». E l’analisi dei primi dati del periodo gennaio-aprile 2024 non è da meno: gli arrivi sono superiori del 2,48% e le presenze del 5,25% rispetto al 2023. «Sono dati che ci lusingano ma che si possono migliorare – ha detto il presidente di Camera di Commercio Varese, Mauro Vitiello -. C’è bisogno di un lavoro coordinato per far sì che questo sviluppo diventi qualcosa di organico». Come un marchio E qui entra in gioco il brand Lombardia Style, che mette a sistema e racconta con una narrazione unica ciò che è sempre stato disgiunto: «Vogliamo dare nuovo impulso al posizionamento attrattivo e turistico della “destinazione Lombardia”, coinvolgendo i territori per costruire un’azione promozionale omogenea e ben riconoscibile sia in Italia sia all’estero». E così nascono la brochure Lombardia Style, distribuita in luoghi ad alto flusso e che dà un assaggio delle eccellenze della nostra Regione, e una campagna emozionale, che è un invito a scoprire gli innumerevoli volti della Lombardia. «Soggetti pubblici e associazioni di categoria possono aderire al progetto e utilizzarne il marchio distintivo per lo svolgimento di eventi, attività e progetti legati alla promozione dell’attrattività del territorio lombardo, ma anche l’immagine coordinata del progetto per finalità istituzionali». Aderendo al progetto Regione Lombardia concede inoltre agli operatori turistici la possibilità di promo-commercializzare la propria proposta offrendo gratuitamente postazioni nei propri stand e la partecipazione ad una serie di bandi per finanziare i progetti. «Abbiamo anche istituito un nuovo riconoscimento, il Premio Alberghi Storici, per le strutture ricettive che abbiano cinquant’anni senza interruzione di continuità della gestione o della denominazione».