Via libera al Black Friday Regione Lombardia dice sì

La Provincia Varese - 03/02/2017

Via libera al Black Friday da Regione Lombardia. La giunta regionale lombarda ha infatti proposto al consiglio di eliminare il divieto delle vendite promozionali pre-saldi: il cosiddetto Black Friday che negli Stati Uniti d’America viene dopo il Giorno del Ringraziamento, ma non solo. Le modifiche riguardano più precisamente il comma 2 dell’articolo 116 della Legge Regionale numero 6 del 2 febbraio 2016: «si elimina il divieto di effettuare le vendite promozionali dal 25 novembre al 31 dicembre, garantendo così la parità di trattamento degli operatori lombardi con quelli delle regioni limitrofe in cui vige il divieto di vendite promozionali solo nei 30 giorni antecedenti l’inizio dei saldi». L’iniziativa sembra positiva e consentirebbe, anche prima dei saldi, le vendite promozionali. Non che il divieto imposto finora abbia fermato gli sconti, ma così sarebbero legittimati e permetterebbero più occasioni di acquisto a prezzi ribassati. I consumatori ne saranno sicuramente contenti, tra i commercianti invece le opinioni sono discordanti, perché ci sono altre considerazioni da fare. Se da una parte è vero che il commercio al dettaglio sta cercando faticosamente di liberarsi dalle strette maglie di una regolazione soffocante e divenuta obsoleta e inadeguata a rappresentare le necessità di un settore toccato dalla crisi, dall’altra la proposta elimina solo un segmento dei vincoli esistenti ed è ben lontana dalla completa liberalizzazione dei saldi o da una serie riforma del settore che regolamenti anche le vendite online. Rappresenta comunque un primo passo e un cambiamento accolto positivamente dalla maggior parte dei commercianti cittadini. «E un’iniziativa che tutti noi volevamo – commenta Paolo Ambrosetti di Confcommercio Varese – Dopo le polemiche scaturite a novembre, proprio in occasione del Black Friday, questo rappresenta un primo piccolo passo per uniformarsi e per avere gli strumenti per lavorare al pari della grande distribuzione». Infrangere le regole sulle promozioni comporta il pagamento di una multa di mille euro, che sui bilancio di un piccolo negozio incide parecchio, su quelli di un mega store quasi per nulla. «La proposta arriva da Confcommercio e Federmoda – aggiunge – e rappresenta un compromesso che incontra le esigenze di tutti. Chi si lamenta ci sarà sempre, ma adesso abbiamo gli strumenti giusti per lavorare e siamo sempre più vicini alle liberalizzazioni». Piccola e grande distribuUna vetrina addobbata per il Black Friday Archivio I consumatori ne saranno sicuramente contenti tra i commercianti invece le opinioni sono discordanti LA NORMATIVA La giunta Maroni ha proposto di eliminare il divieto delle vendite promozionali prima dei saldi Via libera al Black Friday Regione Lombardia dice sì zione adesso hanno tutte le stesse opportunità e anche Aime, l’associazione imprenditori europei, auspicava un provvedimento del genere. «In realtà la speranza è che si tolgano presto tutte le limitazioni – commenta Graziella Roncati Pomi – e che ogni imprenditore possa decidere come meglio crede per la sua attività. Approvo quindi la modifica e sarei contenta se andasse in porto perché così anche i piccoli commercianti potrebbero fare quello che la grande distribuzione già fa, senza la preoccupazione di essere fuori legge». n