Vi piacciono i ticket lavoro? Sondaggio Confartigianato

La Prealpina -

Dopo la presa di posizione del presidente provinciale di Confartigianato Varese, Davide Galli, e del presidente nazionale di Confartigianato, Giorgio Merletti in merito agli strumenti in sostituzione dei vecchi voucher, l’associazione di viale Milano lancia un sondaggio tra le imprese associate per capire se i limiti nell’utilizzo dei nascenti “contratti di prestazione occasionale” potranno rappresentare un ostacolo alle assunzioni. Soprattutto in vista della stagione estiva, e del conseguente aumento del carico di lavoro in alcuni specifici settori. I nuovi contratti di prestazione occasionale introdotti con la manovrina potranno, infatti, essere utilizzati solo dalle aziende fino a cinque dipendenti, ed entro un tetto complessivo di cinquemila euro. Ogni lavoratore potrà inoltre essere pagato fino a un massimo di 2.500 euro. «Si tratta di limitazioni che fatichiamo a comprendere – sintetizza il presidente Galli – Sia in termini economici che di numero di dipendenti».

Il sondaggio servirà a capire quali conseguenze potrà avere la decisione sul territorio, al fine di poter sostenere le aziende con forme contrattuali alternative, senza ostacolare lo sviluppo dell’economia.