Vendere di più si può, coccolando il cliente. A Varese arriva il corso di Ascom

VareseNoi - 24/01/2019

Chissà quanti, almeno una volta, hanno pensato all’idea di aprire un’attività, un negozio, un bar. E tra i tanti dubbi ce sempre una costante: sì, ma venderò? Ebbene, secondo Ascom imparare a vendere e avere più clienti si può. Nonostante le vendite on-line siano una costante minaccia per i negozi tradizionali.

Il punto di partenza è semplice: prima di trovare nuovi clienti è necessario mantenere quelli attuali. E per fare ciò bisogna dimenticarsi, almeno per un po’ di tempo, l’on-line. «La rete – spiegano Massimo Dal Soglio, docente formatore e Marco Limbiati, consigliere Ascom, responsabile della Commissione formazione – non è la panacea di tutti i mali, esiste anche l’offline. O meglio, esiste la vecchia scuola che si traduce nella cura di chi entra nel negozio con quelle piccole grandi attenzioni che lo fanno sentire importante». E Renato Chiodipresidente di Ascom Gallarate e Malpensa è dello stesso avviso: «Spesso occorre fare qualche passo indietro per prepararsi a compiere quelli in avanti. Proprio come accadeva una volta, bisogna tornare a farsi carico delle esigenze e dei problemi del cliente. E’ questo il modo per contrastare le vendite online, ovvero fortificare e instaurare un rapporto con l’acquirente, coccolandolo, mettendolo a proprio agio. Il rapporto umano diretto, unito alla specializzazione nella proposta dei prodotti, sono il terreno di crescita sul quale si deve insistere e scommettere».

E per aiutare tutti i commercianti ad aumentare il proprio giro d’affari Ascom Gallarate e Malpensa organizzando quattro incontri gratuiti a partire dal 28 gennaio sempre al lunedì sera nella sede Ascom in viale Unione Europea 14 a partire dalle 20.30

«Dobbiamo riaccendere la luce negli occhi del commerciante, la stessa luce che aveva quando ha aperto la proprio attività con grande entusiasmo, credendoci, guardando al futuro con ottimismo» spiega Renato Chiodi. I quattro incontri – cui ne seguiranno altri di ulteriore approfondimento – sono una tappa di un percorso, spiega Ascom «che ha nel radicamento e nella valorizzazione del commercio locale il suo traguardo».