Varesini capovoga azzurri

Prealpina.it - 03/04/2021

Sarà un Europeo a trazione varesina per la contea dei laghi in gara con tre giovani stelle alla kermesse continentale in calendario alla Schiranna dal 9 all’11 aprile (anche con il supporto della Camera di Commercio, da ieri ufficialmente nel comitato organizzatore dei grandi eventi remieri).

La convocazione ufficiale è arrivata ad una settimana dall’inizio, dopo dieci giorni di ritiro olimpico sul Lago di Varese. La notizia, però, ha un peso ancor più importante se si guarda nel dettaglio: Federica Cesarini, Nicolò Carucci e Chiara Ondoli saranno tutti capovoga, ossia i condottieri dei propri equipaggi. Un ruolo ben noto in provincia, rivestito negli anni da Elia Luini e Sara Bertolasi.

La vera novità è certamente il debutto di Carucci, una carriera esplosiva che l’ha visto passare dalla categoria Juniores a titolare Assoluto in soli due anni. Classe 2001, tesserato per la Canottieri Gavirate, lo scorso anno campione europeo Under 23 in singolo. Il suo ingresso nella squadra olimpica è stata una scommessa, l’Italia infatti deve ancora qualificare il doppio per i Giochi olimpici e ha deciso di puntare tutto sui giovani con Carucci capovoga. In coppia con lui ci sarà Luca Chiumento, cresciuto alla Canottieri Padova e ora tesserato Fiamme Gialle, lo scorso anno argento agli Europei assoluti in quattro di coppia.

Parlando di garanzia, invece, ecco Federica Cesarini, professionista Fiamme Oro sempre della Canottieri Gavirate. Cesarini, capovoga del doppio pesi leggeri, è tra l’altro fresca di laurea in Scienze Politiche. Un traguardo centrato da atleta a tempo pieno, che impreziosisce un curriculum costellato di successi agonistici. Tra i primi, ed è una curiosità, l’argento conquistato agli Europei di Varese del 2012 nel ruolo di timoniera. Cesarini sarà in gara con la cremonese Valentina Rodini, sua compagna di sempre. Il duo pesi leggeri rincorrerà un grande sogno sulle acque casalinghe, ad oggi sono vicecampionesse d’Europa in carica.


Chiude la griglia provinciale l’angerese Chiara Ondoli, in forza alla Canottieri Aniene. Dopo aver qualificato il quattro di coppia per i Giochi di Tokyo, Ondoli si trova a gareggiare da capovoga in quattro senza. La formazione, forte dell’argento continentale dello scorso anno alle spalle dell’Olanda, vede Varese come banco di prova per la corsa alla qualificazione per i Giochi olimpici prevista sulle acque di Lucerna dal 15 al 17 maggio. Le regate dei nostri atleti inizieranno venerdì 9 aprile con le qualificazioni. Sabato giornata dedicata alle semifinali. Domenica le finalissime, tra le 10.30 e le 15.40.