Varese Sosta, rivoluzione senza navette

La Prealpina - 05/09/2017

Giovedì entrerà in vigore il piano della sosta, con oltre 1800 piazzole in cui si dovrà iniziare a pagare il parcheggio e decine di strade i cui posteggi sono passati dal bianco al blu. Inoltre, nelle aree centrali della città, per lasciare l’auto, aumenterà l’obolo. In una parola, sarà rivoluzione. Cosa cambierà, invece, nel trasporto pubblico locale che, nelle intenzioni degli amministratori dovrebbe “assorbire” chi verrà disincentivato a usare il mezzo privato a vantaggio del treno (quando sarà avviata l’Arcisate-Stabio) e soprattutto dell’autobus?

Nulla. Già. Nell’orario in vigore non ci saranno cambiamenti e, per ora, non verranno predisposte delle corse in più. Insomma, si valuterà l’impatto e poi, eventualmente, si effettueranno dei correttivi. In tal senso si valuterà cosa succederà a Masnago, dove verrà avviata la prima stazione di Park&Bus. Sostanzialmente, da giovedì, si potrà parcheggiare gratis in piazzale De Gasperi (come avveniva prima), vale a dire lo spiazzo davanti allo stadio e viaggiare andata e ritorno sul bus al costo di 10 centesimi. Nell’area del Franco Ossola vi sarà un parcometro in cui bisognerà inserire il numero di targa e quante persone viaggeranno. Si potrà inserire un numero di persone fino a un massimo di cinque. Poi si dovranno inserire le monete corrispondenti al numero di persone viaggianti, fino a un massimo di 50 centesimi. La macchinetta non dà resto.

Poi bisognerà recarsi alla fermata e attendere il bus. Da lì passano due linee dirette in centro, la E e la P. Come ricordano dal Ctpi, sino a lunedì prossimo è in vigore l’orario non scolastico, «che comunque garantisce un’ottima frequenza anche sulle due linee che passano dallo stadio».

Nella maggior parte dell’anno sarà invece in vigore l’orario feriale scolastico. In tal senso la E, con fermata in via Borghi e che va in centro passando da via Sanvito Silvestro, passerà ogni 8 minuti negli orari di punta e ogni 15 nel resto della giornata. Con questa linea si arriva in 9 minuti in via Sacco. La Linea P, invece, si prende proprio al piazzale dello stadio e poi si dirige verso via Crispi e la Brunella. Passa ogni 18-25 minuti e arriva in via Veratti in 7 minuti e 2 minuti dopo in corso Moro. «Chiaramente – dicono dall’azienda del trasporto pubblico locale – si farà una valutazione sull’impatto, per cui per il futuro non è da escludere nulla, anche se comunque ogni variazione a linee e orari viene fatta in accordo col Comune e l’Agenzia del Tpl: però per il momento attuale non sono previsti immediati potenziamenti».

Gli altri Park&Bus posizionati alla Schiranna, all’Iper di Belforte e in largo Gayard (Bizzozero), partiranno entro il mese di ottobre al massimo. Anche se, forse, ne servirebbe un altro per chi arriva dalla Valceresio.