Varese – Pnrr, tutti i fondi arrivati e tutti i progetti del Comune

La Prealpina - 24/01/2023

utti i fondi (e i progetti) Pnrr del Comune. Il quadro della situazione, lo stato dell’arte degli interventi progettati o in fase di esecuzione, saranno raccontati ai consiglieri comunali dal sindaco Davide Galimberti, nella seduta in programma al Salone Estense la prossima settimana, lunedì 30 gennaio. Ma per quanto non aggiornata a oggi , sui nuovi progetti Pnrr varati da ottobre a oggi (la relazione potrà contenere dunque delle “aggiunte”), esiste già un documento sui progetti del Pnrr del Comune di Varese. Dalle piste ciclabili (1 milione e 329mila euro) all’intervento alla Martica per ridurre il rischio idrogeologico (1 milione e 200mila euro), dalla riqualificazione dell’asilo nido Le Costellazioni di Giubiano (980mila euro), alla ristrutturazione edilizia di Villa Augusta (840mila euro), al nuovo polo per l’infanzia 0-6 di San Fermo (3 milioni di euro). Questi alcuni degli interventi inseriti nella deliberazione della Corte dei Conti-Sezione regionale di controllo per la Lombardia (presidente Sonia Martelli, magistrato relatore Consigliere Maura Carta). Il documento dice che ammontano a quasi 65 milioni di euro le risorse assegnate su fondi Pnrr (per la precisione, 64.800.188,65) al Comune di Varese. Non si tratta delle risorse complessive Pnrr ma solo di quelle riferite a interventi gestiti direttamente dal Comune (in qualità di soggetto attuatore) e che dunque hanno una ricaduta sul “perimetro” del bilancio dell’amministrazione comunale. La data dell’ultima nota istruttoria inviata dal Comune è del 26 ottobre scorso, quella della deliberazione della Corte dei Conti è del 22 dicembre, ma alcuni dati, quelli delle informazioni inserite nella piattaforma Regis, risalgono invece all’1 dicembre. Vi sono dunque interventi trasmessi dal Comune direttamente alla Corte dei Conti e quelli inseriti nella piattaforma sviluppata dalla Ragioneria generale dello Stato su cui le amministrazioni devono in sostanza inserire i dati per consentire “monitoraggio, rendicontazione e controllo delle misure e dei progetti finanziati dal Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr)”. Nella relazione, la Corte dei Conti indica il Comune di Varese come attuatore di 19 progetti per 9 interventi afferenti a 4 missioni (digitalizzazione, transizione ecologica, istruzione e ricerca e inclusione e coesione) e invita il Comune a correggere le difformità riscontrate nei due documenti: i dati inseriti nell’istruttoria e quelli nella piattaforma Regis divergono di circa 595mila euro. “Discrasie”,” difformità” che si invita a correggere per consentire “un accorato monitoraggio da parte delle amministrazioni centrali titolari degli interventi e da parte della Corte dei Conti”.