Varese piace: terza in Lombardia per numero di turisti

Il Giorno - 11/12/2018

Sorpresa: Varese è al terzo posto per numero di turisti in Lombardia. Dietro la capoclassifica Milano e Brescia, ma davanti a province considerate fra le più appetibili per vacanze e soggiorni culturali, come Como, Lecco e Bergamo. La notizia è rilanciata dalla Camera di Commercio varesina, sulla base di un’indagine condotta dall’ente camerale di Verona, realizzata approfondendo dati Istat riguardo “arrivi” (il numero di clienti ospitati nelle strutture ricettive) e “presenze” (il numero delle notti trascorse negli esercizi ricettivi). Le cifre, dunque. Nel 2017 hanno fatto tappa nel Varesotto 1.432.502 persone (gli “arrivi”), con una netta prevalenza degli stranieri (872.504 contro i 559.998 italiani). Buono anche il bilancio sul fronte presenze, che hanno toccato quota 2.384.706 (1.406.268 gli stranieri e 978.438 gli italiani), con Varese che in questa classifica, a livello lombardo, si piazza al quarto posto, qui superata da Como. Fin qui i numeri.

Di lavoro, comunque, ce n’è ancora molto. E giovedì 13 alle Ville Ponti andrà in scena un incontro destinato ad aziende e operatori del settore. Si tratta della tappa varesina (a cui sono invitati anche soggetti comaschi e lecchesi) del seminario Formazione #inLombard1a, progetto per tutti i professionisti che operano nel settore turistico-ricettivo. Obiettivi dell’incontro sono la promozione del territorio, il coinvolgimento degli stakeholder e l’introduzione all’utilizzo di strumenti innovativi. “Per il nostro territorio il turismo è sempre di più un fattore chiave di sviluppo economico e sociale – sottolinea il presidente della Camera di Commercio varesina, Fabio Lunghi – I numeri ce lo confermano: se nel 2005 gli arrivi erano 565mila, alla fine dello scorso anno siamo arrivati a oltre 1 milione e 430mila. Un incremento tanto più significativo perché, anche dopo il grande evento di Expo2015, abbiamo registrato aumenti percentuali importanti. Di fronte a questi numeri, occorre rafforzare ulteriormente lo sforzo di formazione degli operatori”. Sono sette i workshop previsti alle Ville Ponti: si va dalla gestione dell’ufficio stampa e dell’advertising digitale tra punti di forza e debolezza fino allo sviluppo del concetto di prodotto turistico e all’analisi delle reti.

Poi ci sono le tendenze. Dal 2005 gli arrivi sono cresciuti esponenzialmente, con una dimensione quasi triplicata. E poi l’effetto Expo. Varese è stata la provincia che meglio ha saputo sfruttare l’effetto traino di una manifestazione che ha reso Milano città pienamente turistica. Vuoi la vicinanza con la metropoli, vuoi la capacità degli operatori e delle associazioni di categoria di fare squadra (vedasi il progetto Varese Sport Commission, modello di promozione territoriale che gli assessori della Regione Lombardia potrebbero presto replicare), chi ha conosciuto il Varesotto attraverso la grande esposizione internazionale ha voluto tornarci, contribuendo a questo boom del turismo.

PUBBLICITÀ