Varese Galleria Manzoni, prove di rilancio con lo shopping natalizio

La Prealpina - 04/12/2017

La Galleria Manzoni s’appresta ad affrontare le settimane dell’Avvento in pieno spirito natalizio. Ieri mattina il sole che ha colto la città di sorpresa ha un po’ affievolito l’atmosfera che l’accensione di alberi e decorazioni luminose solo sabato sera sembrava avere regalato al centro. I negozi della Galleria Manzoni propongono anche quest’anno una particolare attesa del Natale, esponendo le proprie merci all’esterno dei negozi ogni domenica dalle 10 fino a sera. Ieri mattina, però, solo due negozi sembravano avere aderito all’iniziativa. «In realtà tutti i dodici negozi della Galleria sono d’accordo su questa proposta natalizia -esordisce Sara Calzoni, titolare del Two sisters e presidente per Confesercenti della Federazione italiana settore moda- Apriranno tutti nel pomeriggio e poi è la prima domenica di dicembre; dalle prossime l’atmosfera natalizia si sentirà di più». Già sabato i negozi hanno cominciato a esporre le merci all’esterno e le cose sembrano essere andate per il verso giusto. «L’iniziativa è partita un po’ in sordina -prosegue Sara- però ieri di gente ne è passata veramente tanta. In molti hanno riconosciuto i nostri sforzi, notando le vetrine molto ben allestite, la musica e le porte dei negozi aperte». Il braccio di Galleria Manzoni più attivo di negozi è quello che ha l’imbocco in via Magatti, mentre, entrando da via Mazzini, le saracinesche abbassate fanno intravvedere il vuoto dietro le vetrine. «Ci sono due grandi negozi chiusi, ma credo che riapriranno a gennaio -sottolinea Sara- Le difficoltà oggettive non mancano e la crisi si fa sentire, ma noi, con tutto il nostro entusiasmo, stiamo facendo di tutto perché le persone ritornino in Galleria, come molti anni fa, quando era sfavillante di negozi e piena di visitatori che passeggiavano».

Mauro Gritti, titolare di “Varese dischi”, è soddisfatto delle iniziative natalizie: «La nostra Galleria rimane un po’ nascosta rispetto alle vie più centrali, per questo le iniziative natalizie possono funzionare. Il problema vero si riscontra durante il resto dell’anno. Il Comune dovrebbe lasciare i parcheggi a disco orario anche il sabato e non far pagare i posti auto del centro due euro l’ora. Questo è disincentivante». Lia Caruso è titolare di uno dei negozi storici della galleria, lo Skipper: «Noi siamo qui dal 1981 e, fino al 2000, la Galleria Manzoni era davvero splendida, tutta piena di negozi di qualità. Poi c’è stato un calo, tanto che era diventata vuota, sporca e squallida. Attualmente sta riprendendo vitalità e attrattiva. Sono stati aperti negozi nuovi, le cui giovani titolari sono piene d’entusiasmo. La Galleria è tenuta bene e pulita. E poi organizziamo sempre tanti eventi e questo funziona più delle bancarelle natalizie fuori dai negozi».