Varese e i grandi eventi Sprint con le metropoli

La Prealpina - 21/09/2022

i attende una nuova infornata di eventi internazionali per il Lago di Varese, in corsa per le tappe della Coppa del Mondo 2024 e 2025, sempre sognando il Mondiale Assoluto. Il primo verdetto dovrebbe arrivare già lunedì 26 settembre, al termine della massima kermesse iridata in corso a Racice, durante il Congresso della Federazione internazionale in programma al Clarion Congress Hotel di Praga. Il fittissimo ordine del giorno prevede anche l’assegnazione di un nuovo lotto di eventi e la città giardino ha le carte in regola per poter ambire a un nuovo ciclo di appuntamenti internazionali. Oltre ai consolidati successi organizzativi culminati nel Campionato del Mondo Under 19 e Under 23 del luglio scorso (nelle foto Blitz), si aggiungono i 2 milioni di euro di garanzie finanziarie messi a bilancio dal Comune di Varese per ospitare eventi nel triennio 2024/2026.

L’ultimo appuntamento certo ad oggi è la seconda tappa della Coppa del Mondo calendarizzata dal 16 al 18 giugno 2023. Poi gli scenari potrebbero essere diversi. Il più accreditato resta quello che prevede la prima tappa della Coppa del Mondo 2024, evento per il quale nessun’altra nazione ha presentato candidatura, e la seconda Coppa del Mondo nell’anno post olimpico, ossia il 2025. Storia diversa per il Campionato del Mondo Assoluto, in un primo momento rincorso per il 2025 e poi slittato al 2026. La Fisa, ovvero World Rowing, per il 2025 ha ricevuto una doppia candidatura: in dettaglio Shanghai e Amsterdam. Due città molto forti, considerate perfette per ospitare la massima kermesse del remo plantario. L’ultima proposta trapelata alla vigilia del Congresso è quella di premiare Shanghai per il 2025, spingendo Amsterdam a ricandidarsi per il 2026, ossia l’anno in cui vorrebbe candidarsi pure Varese. Ma Varese in ogni caso sarebbe una candidatura quotata, corredata da una serie di esperienze e con uno sprint in più perché il Mondiale verrebbe visto come la giusta occasione per aprire i festeggiamenti dei primi 100 anni di canottaggio in città visto che la Canottieri Varese venne fondata nel 1927. Inoltre, Varese sulla scena internazionale per l’Italia è rimasta sola, unico campo olimpico per eventi World Rowing. Sabaudia, prima travolta da un terremoto giudiziario, è ufficialmente uscita di scena con la messa in liquidazione del Comitato organizzatore degli eventi remieri. Dunque, per Varese potrebbero aprirsi nuove opportunità. Nulla di nuovo dopo il miracolo che ha portato all’organizzazione degli Europei U19 in soli sessanta giorni il 21-22 maggio di quest’anno. Chiudendo i battenti, Sabaudia rinuncia a organizzare due eventi già assegnati, ossia i Mondiali di Coastal Rowing e Beach Sprint Finals del 2023 e l’Europeo Assoluto 2024. Quest’ultimo per Varese potrebbe essere molto interessante: da un lato incide l’assegnzione dei titoli che genera un maggiore appeal sul pubblico, dall’altro porterebbe in città tutte le flotte olimpiche continentali che novanta giorni più tardi disputeranno i Giochi di Parigi.