Varese culla di multinazionali

La Prealpina - 24/01/2019

VARESE – Una terra di imprenditori che, grazie alle loro produzioni di eccellenza conosciute in tutto il mondo, attraggono altri imprenditori. Accade nel Varesotto, una provincia che nel tempo è diventata casa anche di industriali provenienti da altre parti del mondo. Sono 26mila, infatti, i dipendenti che lavorano nelle 282 multinazionali collocate sul territorio varesino e circa un addetto su 10, a Varese, è occupato in aziende a partecipazione straniera. Non basta. I numeri sono decisamente importanti a livello di business. Il loro fatturato vale 10 miliardi di euro. Nel tempo, dunque, Varese si dimostra un’area sempre più attrattiva e interessante per gli investitori esteri, con presenze in almeno 25 settori e in particolare nel manifatturiero (soprattutto nella meccanica e macchinari, chimica e plastica), dove si concentra il 37% delle imprese, il 54% del fatturato e il 64% dei dipendenti. «Il nostro tessuto imprenditoriale è di eccellenza – commenta Fabio Lunghi, presidente della Camera di Commercio di Varese (nella foto) – ed è chiaro che è guardato con attenzione da tutto il mondo. Chi è interessato all’innovazione e anche a una posizione geografica particolarmente favorevole, guarda a noi. Il cuore pulsante dell’industria è qui. ben vengano, dunque, gli investimenti dall’estero, a condizione che siano una ulteriore occasione di crescita e sviluppo per le nostre imprese. La logica deve essere quella della cooperazione e del confronto, non certo quella della delocalizzazione. Ma so per certo che i nostri imprenditori sono particolarmente attenti su questo fronte». Entrando nel dettaglio, secondo i dati elaborati dall’Ufficio Studi della Camera di commercio varesina, i settori più rilevanti, dopo la meccanica, sono il commercio e la logistica. Il trend tra il 2007 e il 2017 è positivo: il numero delle imprese cresce del 15,6%, i dipendenti del 5,7% e il fatturato del 12,8%. Sul fronte opposto, invece, le imprese varesine all’estero sono invece 647 e occupano 27mila lavoratori con un fatturato di 12 miliardi. I settori più rappresentati appartengono al manifatturiero (191, in particolare plastica e prodotti in metallo) e al commercio (311). Le partecipate dalle imprese varesine sono localizzate principalmente in Europa (299) e nei primi posti al mondo troviamo Usa (77), Francia (50), Cina (43) e Gran Bretagna (43)