Varese – Cecchi si dimette «Motivi personali»

oberto Cecchi, l’assessore fiorentino alla Cultura scelto per dare una svolta alla Città Giardino, si è dimesso: l’annuncio a sorpresa è stato dato ieri in tarda serata durante il Consiglio comunale. «È una decisione dolorosa, almeno per me, ma è motivata da ragioni squisitamente personali, sopravvenute in questi ultimi giorni», ha annunciato Cecchi leggendo la nota poco prima delle 23. Una comunicazione letta con grande emozione, senza alcun riferimento alle polemiche sorte proprio sulla sua figura nei mesi scorsi. Spazio solo ai «ringraziamenti per questi due anni. Nonostante questa decisione, non farò mai mancare il mio appoggio alla città e alla cultura». Poi l’abbraccio con il sindaco Davide Galimberti che l’ha ringraziato «per i tanti progetti realizzati come Nature urbane e le mostre». L’ultima in ordine di tempo è quella su Guttuso in corso a Villa Mirabello. Parole di affetto e stima bipartisan sono arrivate da tutte le forze politiche, senza distinzioni, fino all’applauso unanime dei consiglieri.

Poco prima, era stato dato il via libera ai nuovi cantieri: com’era nelle previsioni, il Consiglio comunale ha approvato ieri sera la variazione di bilancio da tre milioni di euro che copre un ampio capitolo di spesa: dalla sicurezza alle scuole, dall’ambiente al sociale passando per sport e turismo. La fetta più grossa, però, verrà dedicata appunto a un ingente piano di asfaltature, per il quale saranno riservati circa due milioni.

«Questa variazione – afferma l’assessore alle Risorse Cristina Buzzetti – punta a imprimere un nuovo passo a tante opere che realizzeremo nei prossimi mesi. Parliamo di progetti concreti, in grado di soddisfare le richieste dei cittadini e di dare un nuovo volto a Varese. Se siamo arrivati fin qui è grazie all’ottimo lavoro che abbiamo fatto in sede di programmazione».

Buona parte della variazione, come detto, sarà riservata a strade e vie della città: un modo per rispondere alle pressanti richieste dei cittadini che riguardano proprio le condizioni pietose delle strade, fra buche e rattoppi. Al primo lotto di asfaltature, partito nelle scorse settimane, se ne aggiungeranno altri due, con attenzione ai quartieri.