«Varese? Bella scoperta»

La Prealpina - 10/02/2020

La prima dote dei varesini è la sincerità unita a un sano pragmatismo: anche sul fronte turistico. E quindi è bene ammetterlo subito: di certo non si vive in una notissima città d’arte e nemmeno in una “chicca” capace di attirare senza troppa fatica. E tuttavia le Prealpi, in pieno rilancio, hanno tantissimo da offrire sul fronte del paesaggio e delle attività all’aria aperta. Se ne sono accorti anche i tanti turisti in arrivo dal Sud e dalle altre regioni d’Italia per la Bit, la Borsa internazionale del turismo aperta ieri a Fieramilanocity (fino a domani). Ebbene, proprio allo stand del Varesotto, inserito nello spazio lombardo, sono arrivati molti appassionati di viaggi che hanno sì ammesso di non avere una profonda, precedente conoscenza della terra dei sette laghi, ma anche di trovarla «una bella scoperta». Così si è espresso il pubblico, accolto dagli esperti della Camera di commercio di Varese, capeggiati da Anna Deligios, che hanno presentato il territorio, ricevendo apprezzamento soprattutto sul fronte del connubio fra ricettività e sport. Proprio il filone che la Varese Sport Commission sta battendo per accogliere gli appassionati delle diverse discipline a margine delle competizioni internazionali. «L’interesse maggiore si è registrato sui progetti turistico-sportivi, anche grazie alla nuova guida sui percorsi ciclabili presentata per l’occasione», raccontano dall’ente camerale. Il turismo verde è in piena espansione, pensando ai tanti europei, tedeschi, francesi e olandesi, che si muovono in camper portando con sé le due ruote, certi di trovare piste ciclopedonali in espansione nel collegamento fra i laghi. E la Bit si rivela dunque un’ottima vetrina per presentare il meglio che offre il territorio non solo a chi già lo conosce, appunto, ma anche a chi vi si affaccia per la prima volta. Sempre lungo questa strada, non a caso, si celebra un altro appuntamento in programma domani, “Varese tra sport e turismo”, a cura della Camera di commercio e Varesevents. Ci sarà una carrellata sugli eventi turistico-sportivi che si svolgeranno nel territorio nel 2020. Non solo grandi appuntamenti internazionali, dal ciclismo al canottaggio, ma anche tante possibilità per il turista di trascorrere momenti unici all’insegna dell’ambiente. Sarà inoltre presentato il nuovo bando camerale a sostegno delle manifestazioni turistico-sportive. Durante l’appuntamento sarà esposta una moto MV Agusta brutale 800 in occasione del 75° anniversario della casa produttrice. Un grande sforzo comune per potenziare economia e sviluppo innovativo .

L’assessore Magoni «Modello per tutti»

– Varese? «È un modello da imitare per l’intera Lombardia sul fronte del rilancio turistico». Parole pronunciate dall’assessore regionale al Turismo Lara Magoni, che ha visitato lo stand varesino alla Bit inserito nello spazio lombardo. L’attenzione si è concentrata poi in particolare su «un mondo perduto che affascina ancora oggi milioni di persone», ossia appunto l’offerta turistica del Monte San Giorgio – Varese 4U – patrimonio Unesco dal 2010, nonché una delle principali destinazioni del turismo scolastico lombardo. Un filone importante perché unisce divertimento e cultura, contando sulla testimonianza delle ere passate, grazie ai preziosi giacimenti fossili marini risalenti a quasi 250 milioni di anni fa: da qui sono stati estratti oltre 20.000 fossili che sono un’attrazione unica. La Varese turistica a 360 gradi è stata raccontata ieri anche a una delegazione del Corpo consolare in visita, con la presenza di una trentina di ambasciatori di diversi Paesi del mondo.