Valorizzazione delle sponde Si amplia l’alleanza del lago

La Prealpina - 18/11/2020

Risanamento del Lago di Varese e riqualificazione delle sponde, l’alleanza si amplia. E Azzate dice sì.

Il consiglio comunale, riunitosi lunedì sera in videoconferenza (e in diretta facebook), ha preso avvio con l’espressione di solidarietà e vicinanza al sindaco Nadia Rosa e ai consiglieri comunali di Lonate Pozzolo che hanno ricevuto, nei giorni scorsi, una lettera anonima diffamatoria e intimidatoria. «La dialettica politica – ribadisce il sindaco Gianmario Bernasconi – va svolta all’interno del consiglio comunale e nessun’altra forma può essere civilmente accettata, come non può essere accolta alcuna forma di diffamazione nei confronti delle istituzioni».

Durante la seduta s’è parlato anche di rigenerazione urbana, in vista della quale, la settimana scorsa, è stata creata una commissione ad hoc, formata da membri di maggioranza e di minoranza, che dovrà individuare le aree e le modalità secondo le quali intervenire. «Abbiamo rinviato l’applicazione dell’aumento volumetrico e degli sconti fiscali previsti nella delibera della giunta regionale del 5 agosto scorso e che avrebbero dovuto entrare in vigore il 17 novembre – prosegue Bernasconi -. Abbiamo rimandato questi benefit al momento in cui entrerà in pieno vigore la rigenerazione stessa».

L’argomento cardine dell’assemblea consiliare dell’altra sera è stato però quello relativo all’aggiornamento del programma d’azione dell’Aqst, l’accordo quadro di sviluppo territoriale per la salvaguardia e il risanamento del lago di Varese. «Abbiamo preso atto delle modifiche dell’Aqst – aggiunge il primo cittadino – che è stato ampliato dal comitato di coordinamento e da Regione Lombardia inserendo una nuova azione, la “F”, che riguarda specificamente i Comuni rivieraschi e la riqualificazione delle sponde del lago. In questo ambito, il Comune di Azzate ha votato a favore, con i sì della maggioranza e l’astensione delle minoranze, della stipula di una convenzione tra Regione, Comuni, Camera di commercio di Varese e Politecnico di Milano per lavorare su una progettualità condivisa a proposito della valorizzazione delle sponde lacustri, con tutti gli elementi di pregio che esse esprimono».

La Camera di commercio è entrata in questa progettualità come ulteriore punto di vista sovracomunale. «Rappresenta un valore aggiunto – specifica Bernasconi -, il fatto che ci sia un ente sovracomunale che possa aiutarci nel ragionamento non solo su uno specifico spicchio di lago, di competenza di ciascun Comune, ma partendo da una visione più ampia».

Adesso anche gli altri Comuni rivieraschi dovranno esprimersi su tale opportunità.

Alla fine della seduta consiliare il primo cittadino ha fatto una sintesi delle azioni che l’amministrazione sta portando avanti per affrontare l’emergenza Covid e ha fatto il punto sulla situazione, abbastanza tranquilla, delle scuole. Ieri i dipendenti e i volontari che gravitano intorno al Comune a sostegno della popolazione (Protezione civile e Associazione Nazionale Carabinieri), come richiesto e sollecitato dalla minoranza, sono stati tutti sottoposti a test sierologico.