Vaccino, viaggio nell’hub Malpensa Fiere: over-80 promuovono Figliuolo

Altra Testata - 02/04/2021

NEWSBY.IT

 

Con Arcuri saremmo rimasti all’età della pietra”. Non usa mezzi termini una delle persone in attesa del vaccino, nella giornata di giovedì, all’interno della struttura allestita a Malpensa Fiere, nel Varesotto. Gli over-80 lombardi bocciano il vecchio commissario straordinario all’emergenza Covid e promuovono quello nuovo, il generale Francesco Paolo Figliuolo, che ha fatto visita mercoledì proprio alla struttura lombarda, a pochi chilometri dall’aeroporto internazionale, dopo le numerose polemiche per la gestione delle prenotazioni dei vaccini in Lombardia.

I lombardi ritrovano ottimismo dopo le polemiche
“Mi avrebbero vaccinata tra due anni. Se Arcuri fosse riuscito a far arrivare i vaccini, naturalmente” scherza una signora ai nostri microfoni. “Menomale che c’è Figliuolo, un generale con esperienza e qualità” conferma un altro anziano in attesa dell’iniezione.

Le voci degli over-80 raccolte nell’hub vaccinale di Malpensa Fiere, il giorno dopo la visita in Lombardia del nuovo commissario generale per l’emergenza Covid, riaccendono dunque l’ottimismo per una campagna che vive quotidianamente sull’onda delle polemiche politiche e organizzative.



“Malpensa Fiere in grado di vaccinare 6mila persone al giorno”
C’è, più in particolare, grande fiducia anche nella struttura stessa, “potenzialmente in grado di vaccinare 6mila persone al giorno“ come spiega Marino Dell’Acqua, direttore sociosanitario Asst Valle Olona. “Abbiamo previsto un piano di 1200 vaccinazioni al giorno – ha aggiunto il dirigente – fino all’11 aprile, data di conclusione di questa fase della campagna (dedicata agli over-80, ndr). Proseguiremo poi con le altre categorie di età. Passeremo a trenta linee di vaccinazione dalle attuali dieci, per aumentare ulteriormente il numero dei vaccinati”.

Sulle polemiche legate alle prenotazioni, Dell’Acqua ha aggiunto: “Non entro nelle criticità, non mi compete. Credo che le stiamo superando dando tutti i giorni il nostro contributo. I nostri operatori hanno sempre vaccinato tutti quelli che si sono presentati. Al di là dei problemi che si sono presentati in fase di prenotazione”.

“Criticità restano, ma siamo pronti a risolverle”
Le difficoltà organizzative non hanno mai scoraggiato l’azienda sanitaria della Valle Olona. A confermarlo è Carmelo Di Fazio, responsabile della campagna vaccinale per la Asst locale: “Qualche problema con le prenotazioni c’è ancora ma stiamo cercando di risolverlo. Alcuni sono stati mandati all’ospedale invece che qui, ma li abbiamo rintracciati e convocati”.

“Oggi, dunque, si vaccineranno, oltre a tutti i convocati, un’ottantina di altre persone inizialmente convocate da Aria all’ospedale di Busto Arsizio – ha poi spiegato Di Fazio – e che invece abbiamo richiamato qui a Malpensa Fiere”.