Utile di 2,4 milioni per Confidi Systema Un polo di credito in continua crescita

La Provincia Varese - 20/02/2017

Approvazione dei risultati preliminari relativi all’esercizio 2016 da parte del consiglio di amministrazione di Confidi Systema, che si è riunito lo scorso 8 febbraio. Il presidente della società Lorenzo Mezzalira ha espresso tutta la sua soddisfazione per i risultati raggiunti, evidenziando in particolare che «si tratta del primo bilancio targato Confidi Systema e siamo molto soddisfatti dei risultati raggiunti, del tutto in linea con le attese del Piano Industriale 2016/18». Il Total Capital Ratio della società è passato dal 14.42% al 23.20%; un dato significativo che assume ancora maggiore valore se allineato all’analisi del provisioning, che vede le posizioni in sofferenza rettificate per poco meno dell’80%. «In particolare modo sono contento – prosegue Mezzalira – che la business combination abbia saputo generare economie di scala superiori ai due milioni di euro, che ci conducono ad un utile di esercizio di oltre 2.4 milioni e che i fondi propri della società siano cresciuti di quasi il 30%, passando da 60 a 75 milioni di euro». Anche l’attività tipica è in continua crescita e lascia ben sperare rispetto al posizionamento di Confidi Systema sul mercato, anche per le costanti attività di controllo e monitoraggio che influiscono positivamente sull’intera filiera di produzione, assicurando livelli sempre maggiori di consapevolezza nell’assunzione e gestione del rischio. Ammonta invece a 1.063.853.771 di euro l’outstanding dei finanziamenti garantiti alle imprese, cui si deve aggiungere la componente dei finanziamenti diretti, avviati alla fine del 2015, con un flusso di oltre 37 milioni di euro nel 2016 e uno stock al 31 dicembre del 2016, di circa 9.5 milioni di euro. «Con oggi – conclude il presidente di Confidi Systema Lorenzo Mezzalira – guardiamo avanti consapevoli delle nuove sfide, ma rafforzati negli equilibri e nelle dinamiche di bilancio, puntando ad accrescere l’operatività nell’interesse delle imprese, generando investimenti sani sul territorio».