Uno speed date per costruire

La Prealpina - 08/05/2017

«In circostanze normali per organizzare gli incontri che ho avuto in questa giornata ci vorrebbero mesi». Parola dell’architetto Maria Chiara Bianchi, fra i partecipanti al Matching day di Confartigianato Imprese Varese “Costruttori di relazioni”, andato in scena ieri a Malpensafiere. La formula dell’evento ricalca quella degli speed date, appuntamenti collettivi nei quali i potenziali partner si trovano a tu per tu per qualche minuto, giudicano da poche battute l’affinità reciproca e al termine del tempo a disposizione incontrano nuovi interlocutori. Confartigianato ha coinvolto nel gioco una quarantina di operatori attivi nella filiera della casa: costruttori, impiantisti, architetti, ingegneri, geometri, periti e amministratori di condominio. Scopo, favorire la ricerca di clienti o fornitori ma soprattutto incoraggiare lo scambio di esperienze e punti di vista tra imprenditori e professionisti. Andando oltre le possibilità offerte dal web.

«Promuovere l’attività di relazione è importante – ha affermato il direttore di Confartigianato Varese, Mauro Colombo – perché esiste un elemento empatico nel business. Anche nella Silicon Valley tra un investitore e l’ideatore di una start-up si stabilisce un contatto diretto».

Appuntamenti rigorosamente di 15 minuti, interlocutori in parte scelti dal singolo partecipante e in parte proposti dall’associazione di categoria, una dozzina di colloqui nell’arco di una sola mattina: il Matching day si è rivelato dinamico e proficuo. «Questi – ha commentato Stefano Comida, titolare della Cps serramenti – sono contatti diretti, a caldo. Tutti sono qui per entrare in relazione l’uno con l’altro e fare business». «Per crescere – ha aggiunto Gianni Gritti, imprenditore edile e presidente di Confartigianato Sondrio – abbiamo bisogno di mettere fuori il muso e di trovarci. Questa è un’occasione per farlo, funziona: circa la metà degli incontri a cui ho partecipato si è conclusa con la volontà di approfondire la conoscenza reciproca». Riccardo Ferrario, impiantista elettrico: «Anche quando non nascono opportunità di business, questi colloqui servono per confrontarsi e per acquisire nuove informazioni. Qualcosa si porta sempre a casa».

A sottolineare la rilevanza della giornata, la visita di Giorgio Merletti, presidente nazionale di Confartigianato. «Parlarsi – ha dichiarato – è fondamentale, anche quando gli incontri si svolgono tra imprenditori dello stesso settore. I quali non devono vedersi come concorrenti ma come persone che possono concorrere al raggiungimento di obiettivi». Considerazioni chiuse dai complimenti agli organizzatori: «Non mi dimentico di essere lombardo e del varesotto. E sono orgoglioso per il fatto che l’iniziativa di oggi sia stata organizzata da Confartigianato Varese, una realtà con delle eccellenze di livello nazionale».