Unigec: nasce il gruppo editoriale Confapi

Si è costituita l’Unigec Varese, l’unione di categoria di Confapi che raggruppa le imprese nel settore della comunicazione, dell’editoria, della grafica e dei servizi editoriali. A darne notizia, una nota dell’associazione di viale Milano. Durante la riunione nella sede, a cui hanno preso parte alcune delle aziende della filiera, all’unanimità è stato eletto presidente dell’Unione della piccola e media industria grafica editoriale, cartaria e cartotecnica per il triennio 2017/2020 Davide Ferrario, titolare della Tipre srl di Varese, il centro stampa che opera nell’ambito della stampa di periodici e quotidiani, fra cui La Prealpina.

«Sono onorato dalla fiducia dimostratami dai colleghi imprenditori. Vorrei riuscire a far vivere Unigec come un polo di aggregazione dove tutte le aziende del settore possano trovare occasione di business e confronto – commenta il neo presidente -. Sono convinto che solo grazie ad una coesa azione corale dove le singole eccellenze si uniscono, si può pensare di essere competitivi per affrontare mercati difficili e particolari come quelli in cui operiamo. La prima occasione sarà un tour itinerante tra le aziende associate, con lo scopo di aprire le porte delle proprie attività ai colleghi e iniziare a conoscersi meglio per intraprendere concretamente attività comuni».

L’Unigec è costituita dalle aziende associate alla Confapi Varese operanti nel settore cartotecnico, grafico ed editoriale. In particolare, nell’ambito delle sue attività, l’Unigec Varese si propone di formulare progetti per il miglioramento dell’assetto legislativo di settore; promuovere la diffusione del settore grafico ed editoriale e contribuire allo sviluppo del mercato; garantire la rappresentanza del comparto presso istituzioni, enti, amministrazioni pubbliche e private; monitorare le dinamiche di comparto attraverso studi e ricerche; favorire lo scambio d’informazioni ed esperienze tra le imprese aderenti; promuovere la conoscenza e la partecipazione delle aziende associate ai Programmi comunitari.