Un museo a cielo aperto nel cuore del capoluogo

La Prealpina - 30/06/2017

Si aprono oggi, dalle ore 17 alle ore 22, le punzonature per chi partecipa all’evento motoristico: negli uffici di Camera di Commercio e Varese Sport Commission, in piazza Monte Grappa, gli equipaggi presenteranno documenti personali e certificazioni delle auto storiche. I controlli proseguiranno domani (ore 8.30-11.30). E sempre domattina, dalle 9 alle 13, il centro storico di Varese, da piazza Sogno a piazza Ragazzi del ’99 per tutta via Bernascone e via Carrobbio – si trasformerà in un museo a cielo aperto con l’esposizione di auto storiche dal 1929 al 1997 divise per genere (tributo Porsche, gara ASI e Turistica) e per anno di costruzione, sin dal 1929. Dalle ore 12 il briefing e poco dopo la partenza da piazza Monte Grappa.

Tra le novità del 2017 i concorsi d’eleganza a Porto Ceresio e Varese: tutti gli equipaggi verranno analizzati da due giurie, domani alle ore 17 a Porto Ceresio e due ore dopo in via Sacco, a Varese. Si valorizzeranno la livrea estetica dell’auto storica e gli abiti dell’equipaggio in sintonia con l’epoca del mezzo meccanico. Il pubblico potrà ammirare da vicino le storiche a Cadrezzate (domani, ore 15) ed al centro commerciale Belforte (domenica, ore 11.30): qui anche due lunghi pit stop.

Varese-Campo dei Fioriun weekend seducente

 

«L’auto del futuro non può prescindere da quella del passato: lo è tra i mezzi di serie, ma anche per le coupé e berline sportive che progettiamo. E, al di là degli slogan, Varese è – nel profondo della sua identità tecnologica – città dei motori: con la Varese-Campo dei Fiori, con Flaminio Bertoni e con una serie di aziende, club e scuderie invidiate da tutti». Alla vigilia della 26ª edizione della rievocazione storica è stato Andrea Zapatinas, uno dei designer più autorevoli (ha firmato Fiat, Alfa, Bmw, Subaru), che vive nel Varesotto, a “battezzare” la Coppa dei Tre Laghi ed a fare i complimenti ai registi – il club Vams e Gleo – che hanno delineato i 220 km. del tracciati e le 65 prove di precisione.

Si parte con il tutto esaurito tra gli equipaggi. E con una ventina di adesioni rifiutate perché avanzate oltre i termini regolamentari. Raffrontate con altre classiche (Bergamo, Como, Aosta), Varese trionfa ancor prima di partire.

Da oggi le punzonature e la consegna dei road book. Domani la partenza, alle ore 12.30, dell’evento valevole per il Tricolore Asi e per il Criterium “Dagli Appennini alle Alpi”, con squadre corse schierate, a partire dalla scuderia campione, Vams, tallonata dalla gallaratese Gams, dalle laziali, dalle venete, dalle siciliane e dalle svizzere.

In tutto, da piazza Monte Grappa, scatteranno 117 auto di 23 diverse Case. Come apripista figura il tributo Porsche, con venti selezionate coupé e spider della Casa tedesca che sta per compiere 70 anni; dopo la gara Asi, completano la passerella turistica una ventina di auto d’epoca che hanno fatto storia: dalle torpedo anni Venti alle sportive americane alla britannica di Casa reale, Rolls Royce (la guida il presidente di Federmoto Lombardia, Ivan Bidorini).

Dopo la partenza, la prima ascesa al Sacro Monte ed al Campo dei Fiori, poi verso i laghi Maggiore, Comabbio e Monate, a Cadrezzate, per solcare Valcuvia, Valtravaglia, Valganna; si sale a Sette Termini per raggiungere Porto Ceresio. Da lì verso il capoluogo prima del match race serale, di fronte al Comune di Varese, dalle ore 20 alle 23.

Domenica, ore 9, da piazza Repubblica si va in Valle Olona con finale a Villa Monte Morone, a Malnate.

Tra le iniziative più significative del club Vams, domani alle ore 13 verrà aperta alla WG Art di Via Robbioni una mostra antologica con 40 gigantografie della Varese-Campo dei Fiori velocistica organizzata da Aci Varese. Oltre alla quantità, si segnalano auto di alta caratura: come Augusta GS Ghia 1935 e la Stratos ’76 di Casa Lancia che compie 110 anni e porta a Varese 10 diversi modelli (la Mille Miglia 2017 non ne ha avuti tanti); come 911 Rs Carrera all’apice sportivo per Casa Porsche, e come il terzetto 208, 308 e 348 di Casa Ferrari che quest’anno festeggia 70 anni di vita e vittorie.