Un milione al commercio grazie al bando regionale

La Prealpina - 26/06/2020

n milione di euro. Tanto ha messo sul piatto la Regione per rilanciare economie urbane e imprese del Gallaratese. «È un’opportunità da non perdere», sottolinea il vicepresidente di Confcommercio Ascom Gallarate e Malpensa Marco Introni.

Risorse per i Duc

Dopo mesi di chiusura forzata a causa del Covid-19 rialzare le saracinesche e far ripartire le proprie attività non è stato facile per i commercianti. Non è andata meglio alle amministrazioni comunali che si sono trovate a fronteggiare una serie di problematiche non previste e non prevedibili e, di conseguenza, trovare delle soluzioni nel più breve tempo possibile. A venire in aiuto delle realtà territoriali ci ha pensato la Regione stanziando 22,5 milioni di euro a favore dei distretti urbani del commercio (Duc) per programmare e sostenere il rilancio delle economie urbane e l’adattamento delle imprese alla situazione post coronavirus. Uno step non facile ma necessario per permettere, come ribadito più volte, di far ripartire l’economia e rilanciare il commercio di vicinato.

I beneficiari

Sono cinque le realtà, nell’area del Gallaratese di competenza dell’Ascom territoriale presieduta da Renato Chiodi, ad essere in possesso dei requisiti necessari per poter partecipare al bando. Quali sono? Il Duc di Gallarate, quello di Cassano Magnago, i distretti intercomunali diffusi di Malpensa nord Ticino (con capofila Somma Lombardo), castelli viscontei (con capofila Jerago con Orago) e Malpensa sud con capofila Cardano Al Campo). Per ognuno dei cinque soggetti, che rappresentano in totale 23 comuni, la Regione ha previsto uno stanziamento di 180mila euro: 80mila destinati alle amministrazioni comunali 100mila euro a disposizione dei privati. «È un’opportunità da cogliere al volo – evidenzia Introini – i contributi non solo ci sono, ma saranno disponibili in tempi rapidissimi». Contributi che ai privati, in caso di interventi al piano terra fronte strada, saranno finanziato al 50%; le opere pubbliche realizzate e liquidate dai Comuni saranno sostenute al 30%. C’è però una condizione ben precisa posta dal Pirellone per poter ottenere al più presto i contributi. Quale? I progetti devono essere portati a termine entro la fine del 2020.

I progetti

E sul territorio qualcosa si sta già muovendo. I Duc di Gallarate e di Cassano Magnago e il Did Malpensa Nord Ticino hanno già presentato la domanda per partecipare al bando e, per questo, avranno diritto alla premialità riservata alla parte pubblica (che corrisponde a 30% di finanziamento). È invece in attesa di una risposta definitiva da parte della Regione il Did Castelli Viscontei. Il Did Malpensa sud, ancora in quella che viene definita una fase decisionale e sta valutando l’opportunità di inoltrare la richiesta nel 2021. «Questo è un eccellente risultato, frutto del lavoro sinergico tra Confcommercio e le amministrazioni comunali», evidenzia il vice presidente dell’associazione di categoria.