Tutto pronto al golf club “Le Robinie”: da giovedì a domenica sarà il centro del mondo del pitch&putt. «Una vetrina per valorizzare le bellezze del territorio» annuncia il bustocco Carlo Farioli, presidente della Ippa, la federazione internazionale della disciplina che si appresta a lanciare il suo primo campionato del mondo. In campo anche i “Tourists’ Angels” della Varese Sport Commission, al debutto ufficiale dal primo aprile. Il pitch&putt è la variante più corta, più veloce, più ecologica, più accessibile, più economica e più “democratica” del golf, visto che si gioca su campi esclusivamente “par 3”, con buche lunghe al massimo 90 metri, con appena tre “ferri” e senza distinzioni tra junior e senior, o tra ladies e gentlemen. «Ho scoperto che potrei partecipare anch’io – ci scherza sopra il presidente della Camera di Commercio di Varese Giuseppe Albertini – questa manifestazione è un altro tassello per completare i punti di forza della nostra Varese Sport Commission, con il golf che si aggiunge a discipline come il ciclismo e il canottaggio». Il meglio degli atleti di tutto il mondo di questa disciplina si raduneranno da giovedì a domenica sul green del golf club Le Robinie di Solbiate Olona per i Campionati del Mondo: sono attesi 118 atleti da almeno 15 nazioni, tra cui il Giappone e Cuba, che partecipa per la prima volta con una delegazione formata direttamente dal ministero dello Sport. Il parterre internazionale avrebbe anche potuto essere più ampio, se non fosse che i due atleti iscritti dal Gambia e dal Nepal non fossero stati bloccati dall’assurda burocrazia dei consolati che non ha concesso loro in tempo i visti per il viaggio in Italia. Per l’occasione il campo da Pitch&Putt del golf club Le Robinie sperimenterà anche una buca in erba sintetica (la numero 17), probabilmente con un nuovo materiale innovativo elaborato dalla ditta Italgreen. «Noi siamo già pronti per ospitare anche il mondiale a squadre nel 2018 – annuncia Carlo Farioli – questo evento è soprattutto un’occasione per valorizzare le bellezze naturalistiche, artistiche ed enogastronomiche del territorio varesino». Si apre giovedì, con la giornata Peace&Sport e con la cerimonia di apertura alla sera. Atteso anche il governatore Roberto Maroni.

Provinciadivarese.it - 28/03/2017

Tutto pronto al golf club “Le Robinie”: da giovedì a domenica sarà il centro del mondo del pitch&putt. «Una vetrina per valorizzare le bellezze del territorio» annuncia il bustocco Carlo Farioli, presidente della Ippa, la federazione internazionale della disciplina che si appresta a lanciare il suo primo campionato del mondo. In campo anche i “Tourists’ Angels” della Varese Sport Commission, al debutto ufficiale dal primo aprile. Il pitch&putt è la variante più corta, più veloce, più ecologica, più accessibile, più economica e più “democratica” del golf, visto che si gioca su campi esclusivamente “par 3”, con buche lunghe al massimo 90 metri, con appena tre “ferri” e senza distinzioni tra junior e senior, o tra ladies e gentlemen. «Ho scoperto che potrei partecipare anch’io – ci scherza sopra il presidente della Camera di Commercio di Varese Giuseppe Albertini – questa manifestazione è un altro tassello per completare i punti di forza della nostra Varese Sport Commission, con il golf che si aggiunge a discipline come il ciclismo e il canottaggio». Il meglio degli atleti di tutto il mondo di questa disciplina si raduneranno da giovedì a domenica sul green del golf club Le Robinie di Solbiate Olona per i Campionati del Mondo: sono attesi 118 atleti da almeno 15 nazioni, tra cui il Giappone e Cuba, che partecipa per la prima volta con una delegazione formata direttamente dal ministero dello Sport. Il parterre internazionale avrebbe anche potuto essere più ampio, se non fosse che i due atleti iscritti dal Gambia e dal Nepal non fossero stati bloccati dall’assurda burocrazia dei consolati che non ha concesso loro in tempo i visti per il viaggio in Italia. Per l’occasione il campo da Pitch&Putt del golf club Le Robinie sperimenterà anche una buca in erba sintetica (la numero 17), probabilmente con un nuovo materiale innovativo elaborato dalla ditta Italgreen. «Noi siamo già pronti per ospitare anche il mondiale a squadre nel 2018 – annuncia Carlo Farioli – questo evento è soprattutto un’occasione per valorizzare le bellezze naturalistiche, artistiche ed enogastronomiche del territorio varesino». Si apre giovedì, con la giornata Peace&Sport e con la cerimonia di apertura alla sera. Atteso anche il governatore Roberto Maroni.