Tutti pazzi per le due ruote a “Varese ti mette in moto”

Varesenews - 20/06/2022

E’ stata la festa dell’orgoglio varesino per le moto la due giorni che si è svolta sabato 18 e domenica 19 giugno nella grande area delle Bettole dal titolo “Varese ti mette in moto”, manifestazione voluta dal comparto delle due ruote a motore, che in provincia raduna 140 aziende tra manifatturiero e commerciale.



A pensarla con grande successo i responsabili di “Varese Terra di Moto”, progetto nato proprio con l’appoggio dell’ente camerale che prima della pandemia aveva già organizzato una manifestazione simile (era il giugno 2019) che già richiamò all’ippodromo un numero notevole di partecipanti e ora ha bissato proprio quel successo.


Lunga è la lista delle personalità dei motori che gli appassionati hanno potuto incontrare durante la manifestazione: tra gli altri Gigi Soldano, il fotografo varesino della MotoGP, lo specialista dell’endurance Jacopo Zizza, il team Paton che ha appena conquistato un trofeo al Tourist Trophy 2022, l’ex pilota del mondiale motard Max Manzo e Marco Belli che oltre a essere nel direttivo di “Terra di moto” è uno dei massimi esperti italiani di flat track (tanto da essere spesso ospite al ranch di Valentino Rossi per le sue competenze).

Tra gli eventi, il più suggestivo è stato quello di domenica 19 alle 15: una vera e propria sfilata di auto da corsa a pedali realizzata dalla ditta Giordani sino agli anni Settanta. Una serie di modelli selezionati da Gigi Soldano in collaborazione con Hurly e il club VAMS, Varese Auto e Moto Storiche.

 

Ma sabato è stata apprezzatissima dal pubblico anche la parata delle Harley Davidson impegnate nella “Run dei Laghi Varese 2022” a cura dello Springer Italian Club; mentre al Tondino il marchio Hurly e il Museo Fisogni di Tradate hanno allestito uno spazio che richiama la celebre collezione di pompe di benzina. Alle 11 i membri della Famiglia Bosina hanno declamato invece una serie di versi in dialetto dedicati al mondo delle moto.

#varesetimetteinmoto: i volti
La Famiglia Bosina fa la foto in cornice, con l’aiuto del presidente di Camera di Commercio Fabio Lunghi

«Una bellissima iniziativa, davvero ricca di eventi, dall’esposizione storiche ai test drive di veicoli inediti, alla competizione di eleganza di auto d’epoca a pedali, per tutti gli appassionati – ha commentato il vicesindaco di Varese, e assessore alle attività produttive, Ivana Perusin – Il nostro si conferma come un territorio con una lunga ed importante vocazione legata al mondo dei motori, opportunità per il tessuto produttivo ma anche per il turismo varesino. Un ringraziamento va al Comitato organizzatore Varese Terra di Moto ed in particolare ad Annalisa, imprenditrice della nostra città». 

«Siamo molto contenti che il nostro cluster Varese Terra di Moto sia ripartito alla grande con questa manifestazione –  Ha commentato il presidente di Camera di Commercio Fabio Lunghi – Anche perchè in provincia di Varese c’è tutto: manifattura, brand storici, passione per le moto, tutti gli ingredienti che come Camera di Commercio perseguiamo da anni. Gli organizzatori sono stati molto bravi. Consentitemi però anche un’ultima riflessione sulla struttura dell’Ippodromo, che è un bene che vale la pena di rilanciare: ma le proposte vediamo che non mancano».