Tutti pazzi per l’auto: 6.700 in 12 ore

C A N T E L LO – Quali sono i valichi fra il Varesotto e la Svizzera maggiormente utilizzati? Lo dice una rilevazione del dipartimento del Territorio ticinese, vale a dire l’omologo del nostro assessorato regionale alla Viabilità. In testa, nei dati raccolti negli scorsi mesi su un martedì feriale, vi è chiaramente Gaggiolo, la frazione di Cantello che ospita il principale valico da dove fra le ore 6 e le 18, sono entrati 6.700 veicoli. Al secondo posto, neanche troppo lontano, vi è Lavena Ponte Tresa, con 5.600 veicoli. Tornando in Valceresio, anche i valichi minori sono travolti dal traffico transfrontaliero: i due passaggi di Clivio, vale a dire Ligornetto e San Pietro, ospitano rispettivamente 2.200 e 1.600 veicoli, mentre a Saltrio si scende a 1.100. Porto Ceresio, utilizzata da chi deve andare a Mendrisio o nel Luganese e vuole evitare l’ingorgo di Gaggiolo è scelta da 2.100 automobilisti. Nella zona del Luinese, invece, Cremenaga, Fornasette e Zenna si attestano tutti attorno alle 2.100 unità, contro le 500 unità di passaggio dal valico secondario di Dumenza-Cassinone. Insomma, sarà partito anche il treno dell’Arcisate-Stabio, ma convincere le persone a lasciare l’auto per i binari, è decisamente complicato. N.Ant