Turismo, estate da ricordare «Più stranieri e più a lungo»

La Prealpina - 21/07/2017

Partenza con il segno più per la stagione turistica luinese: i primi due mesi della bella stagione hanno portato infatti in città un buon numero di villeggianti. Ad annunciarlo è il sindaco Andrea Pellicini che ha raccolto le opinioni degli operatori del settore, come baristi e ristoratori, dai quali è arrivata appunto la conferma della buona afflusso di turismo, soprattutto turisti stranieri, soprattutto tedeschi e olandesi o comunque provenienti dal Nord Europa. «Quest’anno si conferma e anzi migliora il trend già positivo degli scorsi anni per quanto riguarda il versante ospitalità – spiega il primo cittadino -. In molti alloggiano infatti in bed and breakfast e non mancano i proprietari di seconde case o appartamenti che una volta ristrutturati vengono affittati per le ferie estive».

Per quanto riguarda l’ospitalità alberghiera, la carenza di posti letto è ormai una costante del panorama turistico luinese: l’offerta è inferiore rispetto alle necessità e alle potenzialità del territorio.

«È una situazione che ben conosciamo – ammette Pellicini – sulla quale però il Comune ha poco potere di intervento. A settembre riaprirà al pubblico l’Hotel Internazionale: 40 posti letto non possono che essere una bella novità per il nostro paese. Inoltre è tra i nostri desideri la realizzazione di una struttura ricettiva in occasione della riqualificazione dell’Area Ratti. Sicuramente la creazione di miniappartamenti, la riconversione di seconde case o case vecchie restaurate è un buon segnale. Lo è anche la modifica della tipologia di soggiorno che i turisti scelgono di fare sul Verbano. Se in passato era un turismo mordi e fuggi (spesso legato al grande mercato del mercoledì, Ndr), assistiamo ora ai primi segnali di vacanze più lunghe con turisti che si fermano diversi giorni nel Luinese e questa ha evidenti ricadute positive su tutto il tessuto economico della nostra città».

Il sindaco sottolinea poi quali siano le politiche di Palazzo Crivelli Serbelloni per l’incentivo del turismo: «Eventi di grande portata come il concerto di Ruggeri dello scorso fine settimana sono un buon biglietto da visita per la città. I soldi investiti per questo evento si sono trasformati in soldi per il territorio con bar, locali e ristoranti dove si è registrato il tutto esaurito. Anche le politiche di valorizzazione del lungolago vanno nella direzione dell’incentivazione del turismo. Nella primavera del 2018 andremo a inaugurare Palazzo Verbania, dopo diversi mesi di restauro, che prevede anche il restyling della zona che confina con il Circolo Velico Avav e la creazione di una scalinata a lago. Una serie di interventi che sono certo non potranno che giovare al turismo».