Tuffi sicuri nel lago Maggiore

La Prealpina - 29/05/2017

Più di trenta punti di prelievo per monitorare la salute dei laghi del Varesotto: sono quelli analizzati dagli esperti dell’Ats Insubria che, sul suo sito internet, ha pubblicato i dati relativi alla balneabilità del lago Maggiore, del lago Ceresio e di quelli di Monate, Comabbio, Varese e del fiume Ticino. Per quanto riguarda il Verbano, la maggior parte delle spiagge risulta balneabile e con una qualità dell’acqua “eccellente”. Fumata nera solo per la zona della foce del Tresa a Germignaga. Bandiera nera, poi, per tutto il lago di Varese: gli esperti hanno valutato la qualità dell’acqua a Biandronno e al lido della Schiranna. In entrambi i casi il lago non è risultato balneabile. Per quanto riguarda il lago Ceresio via libera ai tuffi in località Monte Lago a Brusimpiano mentre a Lavena Ponte Tresa la qualità dell’acqua è risultata sufficiente. A Porto Ceresio invece bagni vietati. Stop ai tuffi anche sul lago di Comabbio: a Mercallo, Ternate (Parco comunale Berrini) e Varano Borghi le acque non sono risultate balneabili. Mentre ci si potrà tuffare in Valganna nel lago di Ghirla dove la qualità dell’acqua è risultata eccellente. Promosse le spiagge del lago di Monate, tranne a Cadrezzate, dove al lido è in vigore un divieto di balneazione temporaneo a causa di inquinamento microbiologico. Situazione simile sul fiume Ticino: qui sono stati prelevati campioni nell’area del Circolo sestese a Sesto Calende dove vige un temporaneo divieto di balneazione per lo stesso motivo. Sempre sul fiume Ticino gli esperti hanno studiato la qualità delle acque a Golasecca e a Somma Lombardo: anche qui il fiume non è risultato balneabile.

Molto più rosea, come detto, la situazione sul lago Maggiore: al Lido La Noce di Angera qualità delle acque eccellente, bene a Brebbia dove in località Sabbie d’oro la qualità dell’acqua è buona. Bagni sicuri anche a Brezzo di Bedero che “conquista” la classificazione di eccellente, così come Castelveccana in località Cinque Arcate. Al Boschettino di Germignaga, poco dopo l’area della Colonia Elioterapica, via libera ai bagni: qui l’acqua è stata classificata come buona. Ottimi risultati anche per Ispra: sia al Lido Euratom che in zona Fornaci il lago è balneabile e la qualità dell’acqua è risultata eccellente. Anche a Laveno Mombello ci si potrà rinfrescare in tutta sicurezza nelle acque del lago: a Ceresolo e Cerro la qualità dell’acqua è eccellente. Bene anche Leggiuno in località Arolo così come Luino in località Serenelle dove la qualità dell’acqua è eccellente. Tris di risultati positivi per Maccagno con Pino e Veddasca: al Lido di Maccagno, al Lido di Zenna e in località Ronco alle Monache la qualità dell’acqua è eccellente. Stesso risultato anche a Monvalle in località Guree e a Porto Valtravaglia. Bene Ranco, con acqua eccellente sia in località Caravalle che Molo così come a Lisanza (Sesto Calende) e al Lido Windsurf a Tronzano.