Trofeo Carroccio, rivincita olimpica

La Prealpina - 07/02/2017

La quarantunesima edizione del Trofeo Carroccio è alle porte: da venerdì a domenica il Palaborsani di Castellanza accoglierà il meglio della spada femminile. La prestigiosa competizione organizzata dal Club Scherma Legnano è stata presentata ieri mattina nella suggestiva Sala degli Stemmi di Palazzo Malinverni: «Ormai Legnano sta facendo l’abitudine a eventi internazionali di prima qualità – ha sottolineato il sindaco Alberto Centinaio – abbiamo ospitato le Nazionali under 20 di calcio e di rugby e ora torna questa grande tradizione del Trofeo Carroccio». «La scherma – ha aggiunto l’assessore allo sport Tripodi- è uno sport che insegna grandi valori e con piacere accogliamo questa gara di grande richiamo». A presiedere il Club Scherma Legnano è Daniele Zanardo: «Sono emozionato perché questo è il mio primo “Carroccio” e devo ringraziare tutto il gruppo di lavoro della società, oltre che la Regione e il Comune di Legnano per il sostegno». È l’affidabilità il segreto della sala d’armi legnanese che ogni anno si vede assegnata l’organizzazione di questa gara internazionale: la conferma è arrivata dalle parole del membro della Fie, Giuseppe Cafiero, mentre il presidente del Comitato lombardo, Maurizio Novellini, ha spiegato che le azzurre si presenteranno all’appuntamento con l’obiettivo di iniziare con il piede giusto il nuovo quadriennio olimpico.

Su tutte spiccano dunque le presenze d’eccezione dell’ungherese Emese Szasz che ritroverà Rossella Fiamingo sconfitta nella finale dei Giochi Olimpici di Rio (foto al centro). A Castellanza potrebbe dunque esserci la rivincita per la nostra portacolori: questo è anche l’auspicio del riconfermato commissario tecnico azzurro Sandro Cuomo. C’è grande attesa anche per la gara a squadre del Memorial Carnevali in programma domenica. Da sottolineare, infine, la presenza dell’arbitro legnanese Matteo Manzotti così come quella del bustocco Piefrancesco Ramolini.