Tre milioni alle aziende che assumono disabili

-

VA R E S E – Tre milioni di euro. È questo il tesoretto che la Provincia di Varese mette a disposizione delle imprese che intendono inserire nel loro organico delle persone disabili. Se ne è parlato al tavolo unico provinciale del lavoro. «Noi abbiamo messo a disposizione 1,6 milioni per il 2018 e 1,2 milioni per il 2019 – spiega Mattia Premazzi, consigliere provinciale – Si tratta di finanziamenti a sostegno delle aziende che assumono persone disabili. Le possibilità sono due: la dote unica lavoro disabili e la dote impresa». Non solo. Durante la riunione del tavolo, alla presenza delle associazioni datoriali, è stata presentata anche la figura del Promoter 68, vale a dire persone che incontrano i titolari delle aziende per illustrare proprio le possibilità di finanziamenti in vigore. «Abbiamo proposto alle associazioni di creare delle occasioni di incontro con gli imprenditori – spiega ancora il consigliere delegato – così da far conoscere il più possibile i programmi di sostegno». L’obiettivo, dunque, è quello di favorire l’inclusione sociale nel modo più capillare possibile. Alla tavolo era presente anche la nuova coordinatrice del Piano disabili, referente per gli enti che parteciperanno al nuovo Catalogo degli operatori. L’a vviso per aderire al catalogo è stato pubblicato e l scadenza è fissata al 28 febbraio.