Tre gare sui sentieri di montagna

La Prealpina - 14/03/2017

Immaginatevi di corsa con l’azzurro dei laghi prealpini sullo sfondo e il verde dei boschi varesini di fronte. La fatica, la soddisfazione e l’emozione si fondono sui percorsi del trittico di gare che fa parte dell’edizione 2017 dell’Eolo Running Grand Prix. Tre manifestazioni di corsa che sono tre perle per il territorio. «Il nostro è un luogo ideale per le competizioni all’aria aperta. Le valli varesine e i laghi del Varesotto offrono uno scenario di grande fascino», queste le parole di Luca Spada, nella sua duplice veste di presidente e amministratore delegato del main sponsor Eolo, oltre che grande appassionato di queste corse.

Non resta, allora, che avviare il conto alla rovescia in vista della prima tappa che prende il via tra più di un mese, domenica 23 aprile, con la Brinzio-Giro del Masso Erratico, circa undici chilometri sul versante Nord del Campo dei Fiori lungo strade e sentieri in prevalenza sterrati fino a sfiorare il megalite trasportato nella posizione attuale durante la glaciazione di 60mila anni fa. Seconda tappa meno di quarantotto ore dopo: martedì 25 aprile tocca alla collaudata Gromeron con percorso che si snoda da Groppello fino alla grotta del Remeron: otto chilometri in salita per un dislivello di 525 metri. Terzo e ultimo appuntamento con la novità di Caldana di Cocquio Trevisago lungo i sentieri del Campo dei Fiori domenica 30 aprile.

L’Eolo Running Grand Prix gode del supporto della Varese Sport Commission, oltre che dell’impegno delle società sportive Atletica Gavirate e Atletica Verbano. Il tutto sotto l’egida della Fidal provinciale e del Parco regionale del Campo dei Fiori. «Siamo certi che, grazie a manifestazioni di rilievo, anche il mondo del podismo varesino – conclude Sabrina Guglielmetti della Varese Sport Commission – abbia tutte le caratteristiche per ambire ad attirare sempre più sportivi”.