Tra affari e shopping Piazza Rossa più vicino

La Prealpina -

Lo scalo spalanca le porte alla clientela russa: arrivano gli “shopping helper” e la segnaletica in cirillico. Secondo capitolo del progetto Sea “Passenger Friendly Airport”, rivolto all’implementazione di servizi ad hoc per l’accoglienza dei passeggeri di diverse culture che arrivano negli aeroporti milanesi. Dopo l’ottimo risultato del “Chinese Friendly Aiport”, è il momento di coccolare anche i turisti di lingua russa, che sono già tra i più assidui frequentatori soprattutto della Piazza del Lusso all’interno del Terminal 1, ormai un punto di riferimento per lo shopping di alto livello che ha poco da invidiare con il Quadrilatero della Moda del centro di Milano. I numeri parlano chiaro: sull’asse Malpensa-Russia il numero di passeggeri cresce a ritmi ancor più forti di quelli dello scalo che nel 2018 batterà il record di sempre nei transiti. Nei primi dieci mesi di quest’anno, infatti, le due destinazioni russe servite (Mosca Sheremetyevo con cinque collegamenti giornalieri operati da Aeroflot e San Pietroburgo con nove voli alla settimana targati Rossiya Airlines, mentre Air Italy con la winter season ha interrotto le proprie operazioni su Mosca) hanno registrato un aumento di passeggeri del 27% rispetto allo stesso periodo del 2017. Nell’ultimo anno la domanda di traffico verso la Russia è cresciuta del 20%, per un totale di circa 700mila passeggeri. Ecco perché Sea ha deciso di lanciare una partnership di collaborazione con la Camera di Commercio Italo-Russa per sviluppare il progetto “Russian Friendly Airport”, dedicato alla clientela russa che sceglie Milano come meta ideale per gli acquisti di moda, lusso e design.

«L’obiettivo è quello di migliorare l’esperienza in aeroporto dei passeggeri di lingua russa, grazie a servizi a loro dedicati – spiegano da Sea -, un aeroporto internazionale sempre più accogliente è uno scalo che punta sul fare sentire come “a casa” i propri passeggeri». Tra le varie iniziative pensate per rendere Malpensa sempre più “amico” dei turisti russi, ci sono l’introduzione delle figure degli “shopping helper”, che assisteranno e sosterranno i turisti russi nell’acquisto nei punti vendita della Piazza del Lusso, ma anche corsi di formazione sull’accoglienza della clientela russa, riservati agli store manager dei negozi del Terminal 1. Per far sentire a proprio agio i turisti in arrivo dal Paese di Putin è stata inoltre implementata la segnaletica in lingua russa nello scalo, introducendo i caratteri cirillici del russo anche nelle mappe per lo shopping di Malpensa ma anche avviando un lavoro di restyling del sito internet di Sea, che sarà presto disponibile anche in una versione in lingua russa.