Torna a Ville Ponti Sorriso di Stelle, la serata che celebra il gusto e la solidarietà varesina

Torna alle ville Ponti “Sorriso di Stelle“, la cena benefica organizzata da Confcommercio Ascom Varese che stava imponendosi come uno dei “must” dell’estate, ma è stata bruscamente fermata dal Covid dopo l’edizione 2019.

La quinta edizione, che si terrà ancora una volta nella splendida cornice delle ville Ponti è pronta a far degustare prodotti locali, realizzati da chef locali, in una serata che dove non mancano musica, sorprese e… megapentole di risotto.

«Noi ci siamo fermati nel 2019, l’anno prima della pandemia – Ha ricordato Giordano Ferrarese, presidente provinciale FIPE – L’anno scorso abbiamo cercato di riprenderla, ma ea ancora troppo presto: le persone non erano ancora pronte, a livello psicologico. Ma quest’anno siamo tornati: con progetti importanti per il territorio, utilizzando prodotti locali con molte degustazioni, musica e interventi canori».

«Siamo entusiasti che questo 2024 possa portare dopo lo stop di cinque anni causato dal covid questa bellissia iniziativa che si tiene in una location spettacolare come è ville ponti qui a Varese- ha commentato Rudy Collini, presidente di Confcommercio Uniascom Varese – E’ una iniziativa importantissima per noi perchè mette insieme tutto il mondo della ristorazione, dei pubblici esercizi, delle pasticcerie, dei panificatori, dei macellai facendo passare un messaggio importante di sinergia tra tutti i comparti. E in più legata all’iniziativa quest’anno sposiamo un progetto importante che combatte i disturbi alimentari».

TANTE DEGUSTAZIONI D’ECCELLENZA DEL TERRITORIO PER RENDERE GRANDE LA CENA

La serata, che nella sua ultima edizione aveva raggiunto oltre 850 partecipanti, con 150 operatori volontari per gestirla, sarà limitata quest’anno a “solo” 500 ospiti: «E’ un modo per poter gestire la serata, e accontentare gli ospiti, al meglio» spiega Ferrarese. «Solo di riso, nell’edizione 2019, ne furono cucinati 70 chili» ricorda Damiano Simbula, presidente varesino della Federazione Cuochi Italiani, che con Ferrarese ha fatto nascere l’evento e prepara a vista il piatto forte, il risotto.

Anche quest’anno i due saranno davanti alla pentola del prelibato primo: «Ma il nome del risotto non lo anticipiamo, perchè vogliamo mantenere la sorpresa fino all’ultimo» ammonisce Giordano Ferrarese. Come già negli anni passati, sarà organizzato un percorso enogastronomico con aperitivo e diverse isole dedicate, accessibili con ticket.

Per accedere si paga un ticket di ingresso, del valore di 40 euro, che conterrà sei voucher da spendere in ogni isola di cui è costituito il percorso: quattro per i cibi, uno per il beverage e uno per il dolce. L’aperitivo iniziale è offerto e chi volesse aggiungere piatti, durante la cena è possibile acquistare atri biglietti.

Ci sarà l’isola dei prodotti tipici del territorio (Insaccati, formaggi),  un isola vegana e crudista (gestita dall’associazione provinciale cuochi), poi si passerà all’isola del cotto, quindi ricette di carne con i contorni,  il classico risotto e l’isola del dolce, che verrà realizzato dalle due note pasticcerie gaviratesi Cardy e Milano.

Il percorso gastroomico coinvolge parecchi nomi noti della ristorazione varesina: oltre ai già citati Damiano Simbula e Giordano Ferrarese, alla presentazione hanno partecipato Roberto Boccatonda, chef del ristorante Locanda Antica Roma di Cunardo,  Ketty Lentini, coordinatrice del gruppo Lady Chef, Stefano Linuti presidente provinciale Federcarni, Luca Riccardi della pasticceria Cardy di Gavirate e Lara Balconi di Macelleria Pasinato Vergiate. Tiziana Merlotti del Donegal Pub di Gallarate porterà la birra, che verrà servita da un pianoforte speciale. Inoltre, Rossi d’Angera curerà parte dell’area drink e i vini di Cascina Ronchetto saranno presenti all’aperitivo e oltre.

I prodotti utilizzati saranno  a chilometro zero anche grazie a Coldiretti che sarà partner della serata: «Siamo onorati di partecipare a questa nobile iniziativa – ha commentato Pietro Colombo, presidente Coldiretti Varese – Poter esporre le produzioni locali in questo contesto è la ciliegina sulla torta del progetto Campagna Amica, che sensibilizza le persone a valorizzare i prodotti dei produttori locali».

 

UNA CENA PER AIUTARE CHI SENSIBILIZZA SUI DISTURBI ALIMENTARI

I proventi della serata saranno devoluti a sostenere il progetto di Farfalle Lilla, una recente associazione nata a Monvalle da una tragedia, ma che ha lasciato un’eredità positiva:  «L’associazione è nata poco più di un anno fa per volere di una ragazza che ora non c’è più – spiega, commosso, Stefano Zaninelli, vicepresidente dell’associazione Farfalle Lilla – Lo scopo è sensibilizzare al problema dei disturbi alimentari il maggior numero di persone possibili. E’ stata fondata dalla mamma di Giada e da alcuni suoi amici come me: abbiamo iniziato con delle raccolte fondi per sponsorizzare prima l’installazione di panchine lilla sul Lago Maggiore per sensibilizzare sui disturbi alimentari e poi un progetto nelle scuole di educazione alimentare per i ragazzi e di formazione per i docenti».

Ed è proprio quest’ultimo, interessante progetto quello che verrà sostenuto con Sorriso di Stelle:  «Lavoro nell’ambito della nutrizione da quasi 20 anni e ho conosciuto Giada due anni fa, quando ancora era con noi.- Spiega Giorgia Merazzi, biologo nutrizionista, esperta associata –  Partecipo all’associazione non solo per la mia professione, ma perchè ho avuto casi in famiglia e sento l’importanza di lavorare per prevenire. Dopo il COVID, i casi di disturbi alimentari sono triplicati. Siamo entrati nelle scuole medie per fare educazione alimentare e abbiamo visto quanto i ragazzi si siano appassionati. Ora vogliamo espanderci nei licei di Varese, Luino, Gallarate, Busto e Saronno».

MOLTO PIÙ DI UNA CENA: UNA SERATA CON MOLTE SORPRESE

Come sa chi ha già partecipato alle edizioni precedenti, “Sorriso di stelle” non è una semplice cena benefica, ma una serata piena di sorprese.

Anche questa volta non mancherà la musica, assicurata da Massimiliano “Mastermax” Malnati, direttore artistico, ha previsto una serata musicale con una presentatrice Eleonora Rossi, una vocalist Rossella Di Pierro, e Mauro Capitale al sax.

Come l’anno scorso, per chi lo desidera, una carrozza trainata da cavalli farà il giro della villa, mentre all’inizio dell’evento, prima delle 19, saranno assegnati alcuni premi, tra cui il premio Carlo Bottinelli per chi lavora nel sistema Ascom e un premio per i docenti che si sono distinti nell’educazione professionale e umana.

COME PRENOTARE I BIGLIETTI

I biglietti per la serata si prenotano alla email sorrisodistelle@gmail.com o al numero 0332.342210. Si possono inoltre acquistare direttamente nelle sedi Ascom.
Per maggiori info visitare l’account Instagram, o il sito, a cura di Yop Comunicazione.