Tessuto economico torna dinamico

La Prealpina - 02/08/2022

Cresce il numero delle imprese in provincia di Varese. A confermarlo è una ricerca sul “Contesto economico” effettuata dall’Ufficio Studi e Statistica della Camera di Commercio sui dati del 2021.

Ciò che emerge dalle elaborazioni dell’ente camerale varesino è che riprende la dinamica imprenditoriale in particolare dal mese di marzo, che tende però poi a rallentare fino al dicembre. Per le cessazioni, invece, i primi mesi del 2021 sono ancora molto al di sotto del livello pre-pandemico, mentre si evidenzia, da agosto, un leggero avvicinamento ai valori del 2019. Complessivamente nel 2021, a fronte di 4.080 nuove realtà imprenditoriali, le cessazioni non d’ufficio sono state 2.974 con un saldo positivo di 1.106 imprese.

Forte la presenza di aziende artigiane, che a fine 2021 rappresentano il 33% del totale. Il territorio provinciale, nel complesso, mantiene un’elevata densità di imprese in rapporto all’estensione del territorio: 50 aziende ogni chilometro quadrato a fronte delle 34 lombarde e delle 17 italiane. Le imprese attive in provincia di Varese a fine dicembre 2021 risultano 59.309, registrando un aumento dell’1,8% rispetto al dato di fine 2020, pari a di 58.260 imprese.

Tra i settori che hanno un peso maggiore sul totale delle imprese, il commercio al dettaglio subisce un lievissimo calo rispetto al 2020 (-0,01%), così come la fabbricazione di prodotti in metallo (-0,6%) mentre l’agricoltura, sempre rispetto all’anno precedente, è in aumento (+2,0%). A livello territoriale, la provincia di Varese registra, rispetto al 2020, il maggior incremento delle imprese (+1,8%), seguita da Brescia (+1,3%), Como (+1,2%) e Bergamo (+1,1%), superando anche l’incremento regionale (+0,5%) e nazionale (+0,3%). Passando invece a periodo più recente, la produzione industriale lombarda nel primo trimestre 2022 riduce l’intensità della crescita, registrando un +1,8%; nello stesso periodo, Varese segna una variazione rispetto al trimestre precedente del +1,2%. La variazione tendenziale, che confronta il primo trimestre 2022 con il medesimo del 2021 è pari a +11,2% a livello lombardo e a +9,30% per Varese.