Tessile in tinta “green”: più posti di lavoro

La Prealpina - 12/12/2016

L’innovazione sostenibile e le nuove professionalità per rispondere alle richieste del mercato nell’industria tessile e della moda. Al tema del Greenjob sarà dedicato un convegno targato Centrocot e Liuc-Università Cattaneo, mercoledì 14 dalle 9 alle 13 all’Auditorium Liuc di Castellanza. Un incontro specificamente rivolto alle imprese e a tutti i soggetti che presidiano le politiche formative e di sviluppo delle risorse umane (responsabili di orientamento, centri per l’impiego, informalavoro, agenzie per il lavoro). L’iniziativa nasce nell’ambito del Progetto I&S Textile – Innovazione e Sostenibilità nel settore tessile (finanziato dalla Regione Lombardia a valere sull’iniziativa LombardiaPlus 2016-2018) che ha consentito a Centrocot di realizzare tre corsi per la formazione di esperti nella gestione di progetti di sostenibilità e di ricerca nelle imprese del settore. Il programma ha inoltre stimolato lo svolgimento di una ricerca finalizzata a comprendere il nesso tra le strategie di sostenibilità avviate delle imprese del territorio e la nascita di professioni in grado di supportarle. La ricerca, condotta in collaborazione con l’Università, si è articolata in una serie di workshop e incontri con imprenditori e manager e ha prodotto un report che sarà presentato e discusso durante il convegno.

«Da tempo l’industria tessile e della moda ha aggiunto la sostenibilità alle sue tradizionali strategie di competitività basate su innovazione, qualità e creatività – dicono gli organizzatori -. Una scelta che enfatizza la capacità degli imprenditori di essere leader anche su argomenti quali la sicurezza chimica, l’adozione di sistemi di certificazione, la ricerca. Il trend della moda sostenibile si traduce, oltre che in un impegno delle imprese, delle università e dei centri di ricerca per individuare soluzioni in grado di contenere il costo ambientale dei processi produttivi, in opportunità per giovani interessati a condividere la sfida della green economy».