Tennis in carrozzina, a Gallarate il sesto torneo nazionale e la scuola wheelchair

 «Lo sport ha il potere di suscitare emozioni, di risvegliare la speranza dove prima c’era disperazione e smarrimento». Con questo spirito il Tennis club di Gallarate organizza il sesto Torneo nazionale di Tennis in carrozzina Circuito Lab 3.11.  

Il torneo 

Dal 27 al 30 Giugno il Tennis Club Gallarate ospiterà sui suoi campi in terra rossa e sintetico per il sesto anno consecutivo atleti di alto livello provenienti da tutta Italia che si contenderanno il Trofeo di Banca Generali Private in partite di singolare e di doppio.
Il circolo è pronto con l’organizzazione, mettendo a disposizione uno staff di volontari oltre al servizio gratuito di fisioterapia. «Ringraziamo Coni, il Comune di Gallarate e la Camera di commercio che hanno patrocinato l’evento e a tutti gli sponsor che credono fortemente nel progetto tennis in carrozzina, grazie ai quali gli atleti hanno avuto notevole agevolazione sulle tariffe degli hotel della provincia e un montepremi totale di 2000 euro», ha spiegato Luisa Parasacchi, vicepresidente del Tcg durante la conferenza stampa di presentazione. «Un ringraziamento speciale ad Unitalsi, associazione di volontariato che si occuperà del trasporto degli atleti».
La direzione del torneo è affidata a Fortunato Di Fronzo, persona di grande esperienza umana e tennistica, affiancato dal giudice arbitro Roberto Conconi. Sono intervenuti alla presentazione il primo cittadino di Gallarate Andrea Cassani, l’assessore allo sport Claudia Mazzetti, il giudice arbitro Roberto Conconi, il direttore del torneo Fortunato Di Fronzo oltre al rappresentante della Federazione Italiana Tennis regionale wheelchair Walter Schmidinger, Mario Comelli e Alfredo Cesario di Banca Generali Private, l’assessore alle Partecipate Corrado Canziani,Lisa Tondini di Varese Turismo ed il Presidente del Consorzio turistico provincia di Varese Massimo Grignani. In sala anche Alberto Moja e Viviana Barile in rappresentanza degli atleti wheelchair del Tennis Club Gallarate con gli istruttori di tennis in carrozzina Gianluca Pulcrano e Andrea Manzato ed il preparatore atletico Andrea Venzi. 

La scuola wheelchair

«Lo sport per persone con difficoltà motoria rappresenta una scuola di vita che non smette di insegnare nuove regole, stare con gli altri, condividerle e lottare al raggiungimento di obbiettivi difficili ma non impossibili», hanno spiegato gli organizzatori. «Questa è la filosofia con cui lo scorso anno abbiamo voluto aprire nel nostro club una scuola  di tennis in carrozzina. Ci siamo messi a disposizione per creare loro un futuro migliore. Non finireremo mai di ringraziare chi ha creduto nel nostro progetto, Banca Generali Private in primis, il presidente Sergio Tamborini, il consiglio, la segreteria, il direttore del circolo Fortunato e tutto lo staff maestri che fin da subito ha partecipato alla sua riuscita».