Tangenziali con sconto

La Prealpina - 19/01/2019

Tangeziali di Pedemontana a Varese e Como a prezzi ridotti: partono gli sconti annunciati e attesi dalla comunità. Dal primo febbraio al 30 giugno 2019 Autostrada Pedemontana Lombarda darà avvio in fase sperimentale a due importanti iniziative promozionali, con significativi sconti dedicati a “frequent users”, ovvero la fascia considerata di pendolari, e agli autotrasportatori. Come funzionano? Riduzioni per i mezzi pesanti sulle Tangenziali di Como e Varese. La nuova campagna sconti di Apl per i mezzi pesanti prevede che dal primo febbraio al 30 giugno 2019, sulle Tangenziali di Como e di Varese, a tutti i veicoli di classe 2,3,4 che utilizzano i sistemi di pagamento automatici Telepass e Conto Targa venga applicata la tariffa relativa ai mezzi leggeri di classe 1. Lo sconto arriva fino al 50% per i veicoli pesanti di classe 4. L’obiettivo è di incentivare l’utilizzo delle tangenziali da parte degli autotrasportatori, alleggerendo così il traffico che grava sulla viabilità ordinaria. Sconti anche per i normali fruitori: i pendolari avranno diritto a uno sconto apposito – definito “frequent users” – del 20% ma è necessario avere il Telepass, oppure essere registrati al Conto Targa: questo sconto è esteso all’intera rete di Pedemontana. La promozione è mirata a fidelizzare gli automobilisti che viaggiano di frequente sulla rete di Apl, e prevede il taglio sui pedaggi effettuati dal 6° giorno di transito, nell’arco dello stesso mese solare (non è necessario che i giorni siano consecutivi). Infine sono previste le promozioni per le nuove attivazioni Telepass: tutti i clienti Conto Targa e gli utenti registrati al pagamento online potranno attivare un nuovo contratto Telepass usufruendo di agevolazioni sul canone. Intanto ci sono piccole novità anche sul fronte societario per quanto riguarda l’opera. Il Cipe ha concesso la proroga di due anni della dichiarazione di pubblica utilità per Autostrada Pedemontana Lombarda (APL). La proroga stabilisce un importante obiettivo per la società che prevede il completamento delle attività espropriative entro gennaio 2021. «Alla luce della dichiarazione risulta urgente e necessario che APL ottenga a breve l’efficacia del Secondo atto aggiuntivo alla convenzione di concessione che, come è noto, è in attesa di registrazione alla Corte dei Conti», scrive in una nota Apl.