Svizzera, Malpensa non perde il treno

La Prealpina - 14/06/2017

L’aeroporto di Malpensa è sempre più vicino alla Svizzera. Ora c’è anche il giorno in cui queste parole non saranno più soltanto uno slogan. Alle 6.03 del prossimo 10 dicembre un treno Tilo lascerà la stazione di Mendrisio per arrivare un’ora dopo circa al Terminal 1 di Malpensa, con proseguimento naturalmente fino alla stazione del T2 inaugurata lo scorso dicembre. Il risultato più evidente dell’ormai prossimo completamento dell’Arcisate-Stabio è consultabile da chiunque sul sito svizzero progetto-orario.ch dove l’orario è da pochi giorni in consultazione. È il debutto della linea S50 che collegherà il Canton Ticino con lo scalo varesino. A partire dalle prime luci dell’alba, ogni mezz’ora partirà un convoglio per Varese e ogni ora proseguirà per Gallarate, Busto Arsizio e infine Malpensa. I collegamenti sono garantiti fino alle 22.03, per un totale di 17 corse quotidiane. I prezzi ancora non si conoscono, bisogna attendere probabilmente agosto, il mese in cui le Ferrovie federali svizzere inseriranno la tratta nel proprio sistema di prenotazione. Non dovrebbe però costare di più di quanto oggi si paga per andare in Canton Ticino da Milano (andata e ritorno), ovvero 18 euro per Mendrisio, 30 per Lugano, 48 per Bellinzona.

L’aeroporto della brughiera, spesso criticato in passato per essere isolato e poco servito, entra dunque a far parte di un network di collegamento intermodale ferro-aria, assicurando un livello elevato di servizio che avvicina ulteriormente Malpensa a Milano e che oggi varca i confini nazionali. Il collegamento T1-T2 entrato in funzione sei mesi fa è stato infatti soltanto la prima fase di un progetto che in un futuro ormai sempre più prossimo permetterà di collegarsi con la linea del Sempione, con il nuovo Gottardo via Varese-Arcisate Stabio e Gallarate.

Dopo l’inaugurazione del collegamento Italia-Svizzera, infatti, il prossimo cantiere che Regione Lombardia vorrebbe portare a compimento entro il 2023 è il doppio binario T2-Gallarate, in modo tale da rendere Malpensa ancora più facilmente raggiungibile non soltanto dagli svizzeri del Luganese, ma anche da coloro che vivono oltre il passo del Sempione.

Oltreconfine nel frattempo è polemica perché con l’entrata in funzione della nuova tratta ferroviaria tra Stabio e Arcisate, l’ufficio federale dei trasporti ha deciso di non rinnovare, per almeno tre anni, le concessioni alle tre linee bus che attualmente collegano il Ticino con Malpensa e che scadranno a fine 2017.