“Sulle strade di Binda” offrirà piacevoli novità

La Prealpina - 17/02/2020

(gias) – Ciclovarese Rando Challenge atto secondo. Dopo il debutto nel 2019, la challenge per i randonneurs e le loro formazioni continua sulle strade del Varesotto. Lo spirito che unisce gli organizzatori della quattro prove è identico e si basa su due principi fondamentali: il primo è quella della manifestazione non agonistica, senza alcun tipo di riferimento alla prestazione e l’andatura a piacimento che porta i partecipanti ad ammirare le bellezze del territorio; il secondo è lo scopo benefico, con ogni manifestazione che si è posta un fine da perseguire nel sociale. Tutto con il patrocinio della Varese Sport Commission. A conclusione delle prove, il 7 novembre all’hotel La Bussola di Cittiglio verranno gratificati col “premio fedeltà” coloro che avranno preso parte a tutte e quattro le prove e ci sarà un premio consistente per il team che avrà totalizzato il maggior numero di presenze nelle quattro randonnèe (con la clausola di partecipare ai quattro eventi con un numero minimo di 10 tesserati per prova). Il calendario 2020 prevede il primo appuntamento domenica 8 marzo a Cittiglio con la 5ª “Sulle strade di Alfredo Binda” che vede in cabina di regia il team AmiciBici coadiuvato da Gs Contini e Funtos Bike. Seconda tappa domenica 6 settembre a Gorla Minore con la “Insieme a noi per loro” a cura del Team Valle Olona, mentre il 13 settembre a Somma Lombardo sarà il team Nazionale a gestire la “Rando del Castello” che anticiperà la prova di chiusura, “Le Foglie Morte”, in programma domenica 16 ottobre a Cardano al Campo, proposta dal team Cicli Tu r r i . Per l’apertura dell’8 marzo, iscrizioni sul sito www.sullestradedibinda.it: gli organizzatori hanno reso più appetibile la giornata con l’inserimento di una ciclostorica, ovvero con bici d’epoca, valida come prima prova della challenge Ciclostoriche di Lombardia, e di un evento di “Gioco ciclismo” per i Giovanissimi. Per i randonneurs i percorsi saranno tre: sulla distanza di 50, 100 e 130 km. Ogni 50 chilometri i concorrenti transiteranno a Cittiglio e potranno così decidere se fermarsi o continuare la loro fatica che nel tracciato finale prevede l’ascesa al passo di Cuvignone. Pacco gara assicurato per i primi 200 iscritti, pasta party unico per una raduno ciclistico al ristorante La Bussola e possibilità di visitare il museo dedicato al tre volte campione del mondo Alfredo Binda.