Sul trenino sopra Varesesaliti 22mila passeggeri

La Prealpina - 04/08/2017

(b.z.) – Il trenino che sale sulla montagna sacra e che la percorre per 371 metri, piace sempre di più ai turisti. Nei primi sette mesi del 2017, grande successo per la funicolare che porta al Sacro Monte. Da gennaio a fine luglio c’è stato un aumento dei viaggiatori di oltre l’80 per cento rispetto allo stesso periodo del 2016, con una media giornaliera che è salita al 30 per cento in più di utenti che si sono recati al sito patrimonio dell’Unesco a bordo dello storico trenino di montagna. «È vero che i servizi di trasporto pubblici non devono essere promossi per fare cassa – dice l’assessore ai lavori pubblici Andrea Civati – ma unire un grande apprezzamento da parte dei cittadini a una economia di gestione positiva, è un risultato lusinghiero». Sono stati infatti oltre 22mila i viaggiatori da gennaio a fine luglio. «In occasione di un importante spettacolo della rassegna tra Sacro e Sacro Monte, dieci giorni fa, abbiamo raggiunto quasi mille passeggeri in una sola giornata – continua Civati -. Questi risultati ci fanno capire che la strada che abbiamo intrapreso per la valorizzazione del Sacro Monte, e della nostra bellissima funicolare, è quella giusta», È vero che la chiusura, a casua della frana, di via del Ceppo per alcuni mesi, ha favorito l’utilizzo del trenino, ma i risultati positivi si sono visti anche in seguito alla riapertura. Per tutto il mese, fino al 27 agosto, la funicolare sarà aperta tutti i giorni dalle 9 alle 19.30 (dal 2 settembre al 22 ottobre il sabato e la domenica dalle 10 alle 19.30). Inoltre lunedì 14, venerdì 25 e domenica 27 sono previste aperture straordinarie serali dell’impianto. Apprezzate sono state anche le aperture per tutte le giornata del sabato. Da quest’anno infatti la funicolare era attiva il sabato dalle 10 alle 19.10, come la domenica. Anche in questo caso si è registrato un aumento dei passeggeri del 75 per cento, con una media giornaliera in crescita di oltre il 60 per cento. «La funicolare non è solo un modo affascinante di raggiungere il Sacro Monte ma è anche una dimostrazione di rispetto nei confronti della nostra montagna e verso l’ambiente della nostra città – dice Dino De Simone, assessore all’Ambiente del Comune di Varese – Usare lo storico trenino vuol dire meno inquinamento e meno impatto sul territorio dovuto alla minore presenza di auto lungo le strade che portano al borgo e sulla cime della nostra montagna».