Sul palco la donna dai 35 milioni di abbracci

La Provincia Varese - 09/11/2016

A Malpensafiere arriva Amma, la leader globale indiana che concederà i suoi abbracci carichi di spiritualità. Al lavoro per preparare l’incontro una “macchina” di 800 volontari: sono pronti ad accogliere 40mila persone tra venerdì e domenica. Sbarcherà in Italia domani sera Mata Amritanandamayi, meglio conosciuta da tutti come Amma (“madre” in indiano), per la sua penultima tappa del “tour” europeo, che è iniziato all’Alexandra Palace di Londra e si concluderà a Monaco di Baviera settimana prossima. «Di solito – racconta una volontaria – quando arriva si mette a servire la cena a tutti i volontari riuniti nella sala mensa e si ferma ad ascoltarli e a cantare con loro». Oggi Amma è a Tolone, dove in nottata chiuderà la seconda tappa francese. E venerdì mattina a Malpensafiere inizierà il “Programma”, l’intensa tre giorni che ruota attorno al rituale degli abbracci, il cosiddetto “darshan”, che Amma dispensa gratuitamente a tutti coloro che si presenteranno nei padiglioni del polo fieristico bustocco. Per abbracciare Amma arriveranno persone da tutta Italia, ma anche da mezza Europa, riempiendo gli alberghi della zona e parcheggiando i camper attorno a Malpensafiere: quella di Busto Arsizio, in quanto si sviluppa nei giorni del weekend, è tra le tappe più gettonate nel calendario 2016. I volontari di Amma Italia, la “costola” italiana dell’organizzazione internazionale “Embracing the World”, sono impegnati da mesi nell’organizzazione: sono circa 800, e con il loro lavoro permettono al programma di essere totalmente gratuito per i visitatori. A Malpensafiere da lunedì è già in campo una piccola squadra dello staff di Amma Italia che ha iniziato la fase di allestimento delle attrezzature, dal palco alle pagode, mentre i volontari affluiranno a partire da oggi per mettere a punto tutto quello che è necessario alla vigilia dell’arrivo di Amma, previsto per domani sera. «Il momento dell’allestimento è molto intenso, è un gran lavoro preparare tutto» ammette la vicepresidente di Amma Italia Marina Ghezzi. È il quinto anno che Amma viene a Busto per il suo “programma” che culmina con le interminabili sessioni di “darshan”, gli abbracci consolatori che hanno fatto sì che venisse conosciuta nel mondo come “The Hugging Saint”, la Santa che abbraccia. Lo scorso anno, a Malpensafiere si sono visti sul palco dei “darshan” anche diversi Vip, come il grande cantautore Franco Battiato, l’ambasciatore indiano in Italia Basant Gupta, la regista Anna Agnelli (sorella di Andrea, il presidente della Juventus), e i conduttori radiofonici La Pina e Mauro Coruzzi, in arte “Platinette”. Per la prima volta, lo scorso anno anche il sindaco Gigi Farioli salì sul palco, sia per il momento istituzionale del sabato sera che per la cerimonia del Devi Bhava di domenica sera, dove ricevette l’abbraccio di Amma. Pur avendo molte delle sue pratiche spirituali e di meditazione radici nella tradizione indù, Amma crede nell’amore universale e nell’altruismo e non fa distinzioni, ma accoglie tutti. Nella convinzione, come ci racconta Caterina, una volontaria, «che l’amore porti sollievo nella vita di tutti e ci offra la possibilità di condividere questo sogno, ognuno secondo il proprio stile, mezzi e aspirazioni». Infatti uno dei più assidui frequentatori dei programmi italiani è il cattolico padre Antonio Zanotti, frate cappuccino che ha fondato diverse comunità in Lombardia. Il rituale del “darshan” è molto particolare. Per salire sul palco dove è seduta Amma ci si toglie le scarpe, poi ci si siede ad aspettare il proprio turno, mentre gli altoparlanti diffondono musica indiana e la platea osserva attenta. L’abbraccio vero e proprio dura pochi secondi, più o meno a seconda dell’energia che Amma ritiene necessario sprigionare, ed un gesto di intimità che ciascuno interiorizza a modo suo. Amma dona frutti, caramelle e petali di rosa, poi ci si siede fino alla fine del proprio “turno”. Un gesto di una semplicità disarmante, che però conquista le folle: sono già più di 35 milioni gli abbracci che Amma ha dispensato nel corso della sua vita in ogni angolo del globo