Startup di Varese, 200 mila euro di finanziamenti

Altra Testata - 24/02/2016

BIMAG.IT

 

Rendere più accessibile il finanziamento bancario alle imprese: è questo l’obiettivo del bando attivato dalla Camera di Commercio di Varese attraverso una dotazione finanziaria pari a 200mila euro. L’ente camerale, dunque, intende favorire il sistema economico locale attraverso misure di abbattimento del tasso di interesse sui finanziamenti bancari.

 

STARTUP ABBATTIMENTO FINO A 2 PUNTI PERCENTUALI

Banca-sportello

Con una dotazione finanziaria pari a 200mila euro la Camera di Commercio di Varese favorisce l’accesso al credito delle pmi

Possono presentare domanda le micro, piccole e medie imprese che richiedono finanziamenti della durata compresa tra 36 e 60 mesi e di importo compreso tra 10mila e 300mila euro. Il contributo dell’ente camerale permette l’abbattimento del tasso d’interesse di 1,5 punti percentuali, fino a un massimo di 1000 euro. Un’attenzione particolare è riservata allestartup, per le quali l’abbattimento aumenta fino a 2 punti percentuali.

 

UN SOSTEGNO PER ACCESSO AL CREDITO DELLE PMI
Si tratta, quindi, di un contributo in conto di abbattimento del tasso di interesse sui finanziamenti, erogati a partire dall’1 ottobre 2015, concessi dalle banche e istituti convenzionati con gli organismi di garanzia fidi operanti nella provincia di Varese.

 

DOMANDE FINO AL 31 LUGLIO 2016
Le domande possono essere trasmesse per via telematica entro il 31 luglio 2016. Le richieste di contributo devono necessariamente riportare l’importo e la durata del finanziamento erogato e il tasso di interesse applicato. Ogni impresa può presentare una sola domanda: la comunicazione relativa alla concessione o esclusione dal contributo verrà trasmessa a ciascuna aziende esclusivamente tramite posta elettronica pec o ordinaria.