Sotto l’albero la nuova pistaVia al progetto dell’atletica

La Prealpina - 21/12/2016

Che fine ha fatto il progetto di riqualificazione del campo di atletica leggera a Calcinate degli Orrigoni? Ha tagliato ora il traguardo. Il piano degli interventi era stato approvato poco più di un anno fa dal Consiglio comunale e si era aperta quindi la procedura per l’appalto, in locazione finanziaria, ovvero un leasing immobiliare, dei lavori. Ebbene, alla “gara” ha partecipato un solo gruppo, che fa capo ad una società di Villa d’Adda, nel bergamasco. Palazzo Estense, con il pool di dirigenti incaricato di verificare i requisiti, ha dato il via libera e nei giorni scorsi l’appalto è stato dunque aggiudicato. Si può partire. Destinazione: campo di atletica da rimettere a nuovo. L’operazione è seguita dall’assessorato ai Lavori pubblici, guidato da Andrea Civati. Ed è stato proprio l’esponente della giunta a rendere noto che il progetto decolla e il cantiere si aprirà in primavera. «Contiamo poi di inaugurare il rinnovato impianto per settembre». Civati spiega inoltre che gli interventi comporteranno disagi che però «cercheremo se possibile di limitare». L’investimento è robusto: tutto compreso, sfiora i tre milioni di euro. Che si accollerà il gruppo vincitore, ottenendo come contropartita un canone di locazione semestrale per la durata di vent’anni (40 rate più una maxi iniziale da 450.000 euro). Si tratta appunto di nuove formule di partnernariato tra ente pubblico e privati; il vantaggio per il Comune è quello di avere un’opera viceversa troppo onerosa, sull’unghia, distribuendo a lungo termine il leasing di rimborso. Ecco le caratteristiche del progetto. Sono previsti la riqualificazione dell’attuale pista di atletica e la costruzione di un rettifilo coperto, la nuova illuminazione sfruttando un impianto fotovoltaico (da realizzare), e la ristrutturazione dell’edificio usato come palestra e spogliatoio, con aggiunta di un montascale. L’impresa di Villa d’Adda, capofila appunto di una “cordata” che comprende anche un istituto di credito, dovrà ora, come primo passo, confezionare il progetto definitivo, seguendo le linee guida dettate dal Comune. A ruota, quindi, potrà allestire e iniziare il cantiere. La sistemazione del campo di atletica è un’esigenza molto sentita, dato anche l’alto numero di fruitori. L’area su cui s’innesta il piano degli interventi è di circa 35mila metri quadrati. La pista (esistente) verrà appunto rimessa a nuovo e sarà lunga 400 metri con forma classica, ad anello, e dotata di «planarità perfetta». Sarà omologata secondo i criteri della federazione (Fidal). Verranno quindi realizzate nuove pedane per lancio del disco, lancio del peso e lancio del giavellotto, con una gabbia di protezione attorno. La grande novità è la costruzione di un rettifilo, ovvero un tunnel coperto di allenamento. Servirà soprattutto per gli allenamenti nei mesi freddi. Le dimensioni: 1,300 metri quadrati di superficie lorda, con pista lunga 115 metri e larga 13.