Sorpresa, diminuisce la disoccupazione

La Prealpina - 13/03/2017

Dà segnali di miglioramento il mercato del lavoro varesino: diminuiscono i disoccupati e aumentano gli occupati in provincia di Varese nel 2016. Questo è il primo quadro che emerge dai dati sulle forze lavoro dell’Istat elaborati dall’Ufficio Studi dell’Unione degli Industriali della Provincia di Varese.

Il tasso di disoccupazione nel 2016 è stato infatti pari a 8,2%, in lieve calo rispetto al 9% rilevato nel 2015. Viceversa il tasso di occupazione è cresciuto al 65,3%, rispetto al 63,7% del 2015. Parallelamente è aumentata anche la partecipazione al mercato del lavoro: il tasso di attività è stato pari a 71,2%, valore in crescita rispetto all’anno precedente, quando era stato pari a 70,1%.

L’Istat ha stimato che nel 2016 le forze lavoro (pari alla somma tra occupati e persone in cerca di occupazione) della provincia di Varese siano state intorno a 411 mila, in crescita rispetto al 2015. Gli occupati sono stati 377 mila, anch’essi in aumento rispetto al 2015 (+2,2%). Viceversa il numero di persone in cerca di occupazione (pari a 34 mila) si è ridotto (-7,7%). Il mercato del lavoro locale è quindi stato in grado di riassorbire sia parte delle persone che erano disoccupate, sia parte dei nuovi entrati nel mercato del lavoro.

Tali dinamiche hanno portato nel 2016 a un generale miglioramento dei tassi di attività (forze lavoro/persone in età da lavoro 15-64 anni) e di occupazione (occupati/persone in età da lavoro 15-64 anni) e ad una riduzione del tasso di disoccupazione.

Il tasso di attività nel 2016 rimane comunque poco al di sotto del dato lombardo (pari a 71,6%) e superiore a quello italiano (pari a 64,9%).

Buone notizie, dunque, nonostante il peso della crisi si faccia ancora sentire.