Sommaruga, una mostra da record

La Prealpina - 27/07/2017

Termina con ottimi risultati la mostra dedicata al Sommaruga: al Grand hotel Campo dei Fiori, dove la prenotazione era obbligatoria di settimana in settimana, si è registrato il “’sold out” in soli tre minuti da quando aprivano le iscrizioni tramite il programma “Fai – prenotazioni online”. In totale, approssimativo di 7mila presenze nelle tre location (oltre al Campo dei Fiori, anche l’Archivio di Stato di Varese e Palazzo Lombardia a Milano) della mostra ”Giuseppe Sommaruga (1867-1917). Un protagonista del Liberty” a cura di Vittorio Sgarbi e Andrea Speziali, quest’ultimo � riuscito da Riccione a far riaprire il capolavoro del Sommaruga sul Monte Tre Croci. «Il gruppo Fai giovani Varese – si legge in una nota di Italia Liberty – ha saputo gestire l’evento in ottima forma riuscendo a dialogare con serenit�à sia con la Guardia di Finanza che i Vigili del fuoco corsi sul posto per le varie verifiche. Coinvolti oltre 120 volontari tra i ciceroni per le visite guidate al Grand Hotel e la parte della mostra. Un record da segnare nella storia. Pi� volte � andato in tilt il sito del Fai. Sopra ogni più� felice previsione sono stati registrati circa 12mila click sul sito www.mostrasommaruga.it, da aggiungere ai circa 30milioni di visite raggiunte sui portali di Speziali. Trattasi di un lungo e consistente lavoro sul web e social a partire dal 2007 come ha constatato Laura Novak webmaster personale del “golden boy del Liberty”».

Il calendario eventi ”100 Sommaruga” non finisce qui. Dal 2 al 20 settembre al Sacro Monte di Varese, nella Location Camponovo, si terr�à la mostra ”L’Art Nouveau nel centenario di Giuseppe Sommaruga” con scatti del fotografo Urbex, Sergio Ramari. Un percorso espositivo differente e originale al tempo stesso.

Il curatore Andrea Speziali ha selezionato «suggestive immagini degli edifici progettati da Sommaruga e foto di luoghi abbandonati in stile Liberty presenti in Italia con il preciso scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica e privata al fine di valorizzare questi edifici. Cosa che in parte sta gi�à facendo l’istituzione Italia Liberty che di recente ha conquistato al salvaguardia di Villa Zanelli a Savona. In autunno la mostra traghetterà� a Barcellona in relazione all’opera di Gaud�. Entro la fine dell’anno � è in progetto di unire le forze con la pubblica amministrazione per allestire un’altra mostra ancora pi� grande e complessa: ”Giuseppe Sommaruga e Hector Guimard. Due autori dell’Art Nouveau nel centocinquantesimo dalla nascita». Delle tre suggestive location scelte per la mostra da record, quella più visitata è stata senza dubbio il Grand hotel: chiuso da cinque decenni, è considerato «un capolavoro ingiustamente dimenticato del Liberty italiano a firma di Sommaruga». Le altre due sono l’�Archivio di Stato di Varese, che contiene documenti originali di Giuseppe Sommaruga e di Hector Guimard, coevo di Sommaruga artefice del Modernismo internazionale, stile architettonico parallelo al Liberty italiano; e il Palazzo Lombardia a Milano, sede della Regione, che nelle sue forme seppur moderne richiama gli stilemi tipici del Liberty italiano.