Solidarietà ai fornelli

Ci sono piatti che non scuociono mai. E sono quelli preparati nel corso del “Cuore di cuochi”, la tradizionale gara di cucina solidale, che torna quest’anno per la sua ottava edizione. L’appuntamento è per giovedì, a partire dalle 19, alle Ville Ponti di Varese, che ospiteranno tre squadre di chef togati, rispettivamente composte dai magistrati Giuseppe Limongelli, Manuela Palvarini, Francesca Parola, Flavio Ricci, dagli avvocati Fabio Margarini, Walter Picco Bellazzi, Elisabetta Brusa, Domenico Margariti, e dai commercialisti Marco Bianchi, Antonella Caputo, Luigi Jeomoli, Luisa Marzoli, Angelo Schiatti.

Il ricavato della serata, che verrà animata e guidata da Max Laudadio, sarà destinato alla Fondazione Giacomo Ascoli che di recente, grazie all’aiuto dei tanti che la sostengono, ha coronato il sogno di inaugurare il Day Center oncoematologico pediatrico all’Ospedale del Ponte, dedicato proprio a Giacomo, scomparso a soli 12 per un linfoma non Hodgkin. E saranno destinati in parte alla Fondazione e in parte a service del Lions Club Varese Insubria i proventi del libro “Leoni in cucina”, frutto di sette mesi trascorsi ai fornelli dalla sua autrice, Elena Merella Paolucci, per testare le 111 ricette che sono state messe nero su bianco nel volume. Il libro , che sarà presentato con l’occasione, è pubblicato da Macchione Editore. E sarà proprio Paolucci a supervisionare la messa a punto delle tre ricette servite in sala agli ospiti del “Cuore di cuochi”.