Sicurezza a Malpensa C’è il premio mondiale

La Prealpina - 09/02/2021

Malpensa –  L’aeroporto di Malpensa è stato insignito dell’importante riconoscimento “ACI World’s Voice of the Customer”. Il premio, rilasciato da Airport Council International, l’associazione internazionale degli operatori civili aeroportuali, riconosce lo sforzo compiuto dalle strutture aeroportuali che hanno dato priorità all’ascolto dei propri passeggeri nel complicato periodo della pandemia. Grande soddisfazione è stata espressa da parte di Sea per il risultato raggiunto: «Mai come oggi è importante rispondere alle nuove esigenze dei viaggiatori, emerse in questo momento di emergenza sanitaria. L’aeroporto di Malpensa ha tenuto in forte considerazione i feedback dei propri passeggeri grazie al programma ACI’s Airport Service Quality che ha aiutato a comprendere meglio le loro necessità e a garantire in aeroporto una nuova esperienza più health consciousness». Ovverosia un’esperienza maggiormente attenta alla salute: un aspetto essenziale.

Sin dall’inizio della pandemia la società di gestione degli scali varesino e milanese ha avuto come obiettivo prioritario la sicurezza della salute dei passeggeri e degli operatori, con l’introduzione di misure di prevenzione e contenimento, come i termoscanner, i dispenser di gel disinfettanti, la segnaletica per un corretto distanziamento, il ricambio totale d’aria e una continua opera di disinfestazione. Oltre a queste azioni, SEA ha messo in campo altre iniziative «per rispondere a un passeggero sempre più sicuro introducendo nuove tecnologie come il face boarding, il riconoscimento biometrico che consente di accedere all’imbarco semplicemente mostrando il proprio volto e non i documenti, e la smart security, le nuove macchine TAC che permettono al passeggero di non dover estrarre dal proprio bagaglio a mano i liquidi, pc e iPad, per un viaggio seamless (senza interruzioni, ndr)».

I protocolli e le misure adottate dagli aeroporti milanesi, elaborati in collaborazione con la società di consulenza aziendale EY-Advisory e con il Gruppo ospedaliero San Donato, sono ritenute all’avanguardia nelle procedure di contenimento alla diffusione dei virus. «Con il conseguimento della certificazione ACI gli aeroporti di Milano entrano a far parte delle best practices da seguire nel settore del trasporto aereo», viene sottolineato da Sea. Gli scali gestiti dalla società milanese nei mesi passati hanno ottenuto altri importanti riconoscimenti per l’impegno profuso per la salute e per l’adozione di misure di sicurezza. Ad agosto le attestazioni Hygiene Synopsis rilasciate dalla società di certificazione tedesca TUV SUD, realizzate in accordo con le principali raccomandazioni internazionali dell’aviazione (tra cui ICAO, EASA e ACI Europe). A settembre invece hanno ottenuto la Airport Health Accreditation, rilasciata sempre da Airport Council International.

Alessandro Zaffanella