Si accende l’idea dei “Flupazzi” «Scarti e stoffe per creare di tutto»

Già il nome strappa un
sorriso: i Flupazzi è l’idea
imprenditoriale di due giovani
varesini, vincitori, insieme
ad altri dodici progetti,
del concorso “Accendi
le tue idee” lanciato da Regione
Lombardia e promosso
da Confartigianato Imprese
Varese con i comuni
di Varese, Saronno e Luino,
Cesvov, le cooperative Codici,
Lotta contro l’Emarginazione,
Naturart, Totem e
l’associazione giovanile
“The lab”.
Scambio di competenze
Un concorso dedicato ai
giovani under 35 che vogliono
percorrere la strada
dell’autoimprenditorialità:
loro sono Francesco Pirini,
trentenne con un diploma
all’Accademia di Brera in
Nuove tecnologie per l’arte
e un master in Illustrazione
editoriale e Vanessa Tripy,
che di anni ne ha 28 e si è
diplomata Maestra d’arte.
La loro attività ha sede a Saronno
ed è indissolubilmente
legata alle capacità
dei due giovani: Francesco
illustra un po’ di tutto, libri,
cover, dischi, pubblicità,
mentre Vanessa taglia e cuce.
prende le misure, piega e
arrotola. «Abbiamo imparato
l’uno le competenze dell’altro
– raccontano i due ragazzi
– cucire lui e disegnare
lei» ma anche ad osservare
le persone.
Ognuno è differente
I flupazzi infatti non sono
semplici pupazzi di pezza
come se ne possono trovare
ovunque: «Oggi i Flupazzi,
fanno parte di una collezione
di tanti prodotti, tutti realizzati
con scarti di magazzino
e stoffe di sarti stanchi».
Ogni lavoro è diverso dall’altro:
«Abbiamo avuto una
svolta rispetto ai più tradizionali
pupazzi quando un
cliente ci ha commissionato
un pupazzo con le fattezze
di una persona vera, in
carne ed ossa».
Osservare le persone fa
emergere le loro caratteristiche,
le orecchie, il naso,
gli occhi «e così ogni progetto
diventa veramente
unico, come quella persona».
Oggi Francesco e Vanessa
producono anche
molti altri oggetti, come cuscini,
tovagliette, ma i veri
protagonisti della loro attività
sono sempre i pupazzi:
«Quelli personalizzati, per
esempio. Lo scorso Natale
abbiamo realizzato le caricature
dei membri di due intere
famiglie: ci hanno
mandato le foto, abbiamo
realizzato i ritratti stilizzati
e ne sono usciti i pupazzi
con i minivestiti. Poi c’è chi
vuole il cane, la minichitarra,
il cangurone che ricorda
un viaggio in Australia».
Un progetto vincente,
non solo dunque perché arrivato
primo al concorso
Accendi le tue idee, ma perché
da un progetto di due
giovani ne è nata una vera e
propria attività: e anche per
i pupazzi, proprio come accade
per le persone in carne
ed ossa, Francesco e Vanessa
hanno ideato delle intere
collezioni Estate-Inverno.
n