Settecento “sorrisi di stelle”alla tavola della solidarietà

Cinquanta chili di riso, trenta di pesche, due di miele di castagno, otto di burro, altrettanti di parmigiano e, come tocco segreto, un pizzico di rosmarino, che all’ultimo ha sostituito il basilico. Con questi ingredienti è stato creato, da una sapiente squadra di chef, il piatto forte della quarta edizione di “Sorriso di Stelle”, la manifestazione organizzata ieri sera alle Ville Ponti da Confcommercio Uniascom provincia di Varese insieme a Fipe, Federazione italiana pubblici esercizi, associazione provinciale Ristoratori, associazione provinciale Cuochi varesini, Club di food & wellness, Ristoranti della salute, associazione Panificatori e associazione Pasticceri per la vita, con il patrocinio di Provincia, Camera di commercio di Varese e Comuni di Varese, Gallarate, Busto Arsizio, Saronno e Luino. Una vera e propria task force per presentare l’eccellenza gastronomica del Varesotto, chiamando a raccolta i migliori chef, produttori e pasticceri della nostra provincia. In tutto erano undici le isole gastronomiche traboccanti di ogni meraviglia del palato e dello sguardo: salumi, formaggi, carne, infinite tipologie di pane, proposte vegane assemblate in creazioni quasi artistiche. Irresistibile la tentazione della gigantesca torta, a base di pan di Spagna, crema, mirtilli e fragole, allestita sulla balconata a metà serata. Un tripudio di colori, profumi e sapori, sotto le stelle del cielo della Villa Andrea Ponti, ha animato le ampie scalinate, le sale interne, i cortili e il parco dell’antica residenza in stile neogotico. I quasi settecento ospiti hanno gremito la parte di verde allestita elegantemente per la cena, occupando i tavolini assiepati intorno alla “Spider brass band”, che ha dispensato musica jazz per tutta la serata. E, sopra tutto, aleggiava lo spirito benefico della manifestazione. «Fin dagli albori di questa iniziativa, nel 2016, abbiamo voluto organizzare una raccolta fondi a favore dei bambini – ha spiegato Giordano Ferrarese, presidente Fipe e associazione Ristoratori -. Il primo anno abbiamo pensato all’associazione “Costa sorriso”, nel 2017 alla fondazione “Giacomo Ascoli” e l’anno scorso alla “Kiwanis onlus”. Il ricavato dell’attuale edizione sarà devoluto a “Tincontro”, associazione di volontariato che ha come obiettivo quello di offrire un supporto alle famiglie dei piccoli ricoverati nel reparto di Terapia intensiva e patologia neonatale dell’Ospedale Del Ponte. In particolare intendiamo sostenere il progetto della prima “Banca del latte umano donato (Blud)” della provincia di Varese”. Anche quest’anno non è mancato il supporto di Coldiretti Varese e Campagna Amica, grazie alla presenza di diversi imprenditori agricoli che hanno proposto il meglio dei prodotti tipici made in Varese: i mirtilli e i formaggi caprini della Valcuvia, il miele prealpino d’acacia dop, lo zafferano di Angera, gli ortaggi, i succhi di frutta e le pesche di Travedona Monate. «Un’agricoltura sana lo è anche nei principi – ha commentato il presidente provinciale dell’organizzazione agricola Fernando Fiori – e, tra questi, per noi conta molto la solidarietà. L’evento di questa sera ne è la dimostrazione».