Sette over 45 assunti Eolo ha fatto subito centro

La Provincia Varese -

La proposta era parsa subito interessante: Eolo, l’azienda di telecomunicazioni di Busto Arsizio leader nel campo della banda ultralarga per il mercato residenziale e delle imprese, poco più di un mese fa aveva lanciato un progetto, Eolo 45, che si rivolgeva in maniera mirata ai disoccupati con età superiore ai 45 anni, categoria che incontra particolari difficoltà a rientrare nel mondo del lavoro, offrendo loro un’opportunità di inserimento in azienda.
In poco più di un mese sono arrivate quasi 3.700 candidature, e sette persone sono già state inserite nella sede di Busto Arsizio.
«La carta vincente degli over 45 è l’esperienza –commenta Luca Spada Ceo di Eolo –. La nostra è un’azienda giovane e in continua crescita. Lavoriamo ogni giorno per migliorarci nella nostra relazione con le persone che ci scelgono, siano essi colleghi o clienti. Poniamo sempre più attenzione alle persone, e vogliamo dare un forte segnale di speranza ai tanti disoccupati vittime della recente crisi. Ho creduto personalmente molto in questo progetto e spero sia di esempio per altre aziende sul territorio».
Il progetto Eolo45 è partito nella prima settimana di aprile e a, pochi giorni dalla presentazione, sono arrivate all’azienda ben 3.682 candidature: una risposta talmente numerosa che Eolo ha organizzato un team risorse umane interamente dedicato al progetto. I colloqui sono così cominciati alla fine di aprile, subito dopo una fase di screening di tutti i curricula ricevuti, per iniziare poi il processo di inserimento.
Alla fine del percorso, che ora si è chiuso, Eolo ha scelto sette persone, che si occuperanno di assistenza alla clientela nella sede di Busto Arsizio. L’idea di Eolo45 è nata con due obiettivi: sviluppare un processo di miglioramento continuo del servizio al cliente e rispondere alla crescente esigenza del territorio di ricollocare nel mondo del lavoro persone in cerca di nuove opportunità. Sono infatti tante le persone che,alle soglie dei 50 anni si sono ritrovate senza occupazione a causa della crisi che ha portato a numerose chiusure di aziende.
Risorse con esperienza che, ha spiegato Eolo alla presentazione del progetto, sono preziose, ricche di competenze maturate sul campo e pronte a rimettersi in gioco nel mondo del lavoro.
«Eolo da sempre è convinta che l’esperienza sia un valore aggiunto per l’azienda – conclude Luca Spada –. Le risorse inserite possono offrire competenze acquisite sul campo e mettere a disposizione la propria maturità professionale».