Sesto Calende: Vogliamo la tassa di soggiorno

La Prealpina -

 «Nella primavera 2019 in occasione delle elezioni amministrative per il rinnovo del Comune di Sesto Calende chiederemo a tutti i candidati sindaco di istituire la tassa di soggiorno che potrebbe fruttare circa 70.000 euro da reinvestire nel turismo cittadino e di assegnare le deleghe del commercio e del turismo ad un unico assessore in modo che le due materie vengano gestite con noi e la Pro Sesto in modo più produttivo». È questa la proposta che il presidente del Gruppo commercianti sestesi, Patrick Panza, ha anticipato l’altra sera in Sala Varalli all’assemblea ordinaria dei soci. La riunione, peraltro, ha avuto uan scarsa partecipazione: una decina i negozianti-soci presenti, su 130 attività commerciali operanti in città.

In apertura di assemblea è stato illustrato dal tesoriere Daniele Cristina il bilancio economico del sodalizio che chiude in attivo a fronte di innumerevoli iniziative realizzate dalla fine del 2017 fino al mese scorso, con la festa di Halloween. «Nonostante il nostro insediamento tardivo – ha spiegato il presidente dei commercianti sestesi – abbiamo avuto un bilancio molto positivo e siamo già in avanzata fase organizzativa per il Natale 2018, con le luminarie allestite e più estese rispetto allo scorso anno e con 21 decorazioni aggiuntive, anche in piazza Mazzini che nel passato era priva di luci. Oltre alle luminarie avremo quest’anno per le festività natalizie la “cupola di salice” di via Roma che a giorni verrà illuminata dopo aver ospitato in estate diverse iniziative con corsi ed eventi. Confermata la Casetta di Babbo Natale presso il Bar Franco in Piazza Mazzini che abbiamo riportato in quella posizione dopo il test su lungofiume». «Per l’8 dicembre – ha quindi annunciato Patrick Panza – avremo nel pomeriggio la cioccolata per i bimbi, il lancio dei palloncini coi messaggi, evento già riuscito lo scorso anno con due messaggi ritrovati nel Veneto. E ricorderemo Vincenzo Renna, il parrucchiere morto in un tragico incidente stradale alcuni mesi fa: abbiamo raccolto in sua memoria 239 euro di offerte che serviranno per la festa dell’Immacolata». È stato poi illustrato quanto organizzato nel corso del 2018: tra gli eventi più riusciti, la “panchina dell’amore” per San Valentino, le lampade di Andrea Civera e il supporto informativo al progetto dell’artista milanese Stefano Rossetti col pupazzone Big Man. Tante le iniziative che hanno coinvolto il direttivo del Gruppo Commercianti nel corso dell’anno, col segretario del Gruppo Marco Limbiati nominato Fiduciario Comunale di Conf Commercio e il presidente Renato Chiodi entrato nel direttivo. C’è stato quindi un confronto con l’Amministrazione comunale sul progetto di ristrutturazione di piazza Mazzini. «Ad una circostanziata lettera inviata alla Giunta con la richiesta di attenzione a questo spazio pubblico e a supporto dei commercianti operanti – ha spiegato Panza – gli assessori non ci hanno risposto mentre sui lavori di via Roma verso piazza Mazzini ci siamo impegnati a sollecitare più volte la conclusione del progetto, a tutt’oggi non ancora ultimato».